Gedi: nel 2019 ricavi in calo a 603 milioni

Condividi

Gedi ha chiuso il 2019 con un fatturato di 603,5 milioni, in flessione del 7% a/a, un margine operativo lordo rettificato di 59,3 milioni (+14,7%) e una perdita di 129 milioni di euro, in aumento rispetto al risultato negativo di 32,2 milioni con cui si era chiuso l’esercizio precedente. A incidere sulla perdita, spiega una nota con i conti dello scorso anno, presentati al Cda dall’ad Laura Cioli, hanno pesato alcune svalutazioni effettuate sugli avviamenti di testate del gruppo per 105,6 milioni di euro, oltre a 19,9 mln di oneri di ristrutturazione e a una minusvalenza di 16,5 milioni incamerata dalla cessione della quota Persidera.

Laura Cioli (foto BluCobaltoPhotography)
Laura Cioli (foto BluCobaltoPhotography)

A livello rettificato, l’esercizio si chiude invece con un utile di 12,2 milioni di euro, comunque in calo dai 16,7 milioni – sempre a livello rettificato – del 2018, che non tenevano conto dell’applicazione dei nuovi principi contabili Ifrs16.

Lo spaccato per attività mostra che i ricavi diffusionali sono diminuiti del 5,2% a 269,7 milioni, mentre quelli pubblicitari sono calati del 7,6% a 293,7 milioni.
L’Ebitda rettificato migliora da 51,7 a 59,3 milioni, mentre l’Ebit rettificato flette da 33,1 a 27,5 mln.
L’indebitamento netto di periodo si riduce infine a 44,1 milioni dai -59,1 mln con cui si era chiuso il 2018.