1 marzo Ranieri si conferma. D’Urso batte Fazio, Murphy e Giletti

E’ stata rinviata – tra tante polemiche – l’attesissima sfida Juventus-Inter (si sono giocate solo Lecce-Atalanta e Cagliari-Roma), gli infettivologi hanno presidiato ancora i principali programmi tv del day time e della serata, ma domenica 1 marzo l’emergenza Covid 19 è stata indubbiamente meno pandemica in tv. Anche ieri, comunque, il pubblico ha promosso alcuni appuntamenti informativi.

I contenitori – che sette giorni prima erano stati visitati dal premier Giuseppe Conte, sono tornati a proporre scalette più leggere. Su Rai1, Mara Venier con ‘Domenica In’ ha riscosso il 20,3% ed il 18%.  Mentre più avanti nel pomeriggio ‘Domenica Live’ su Canale 5 ha conseguito il 14,3%.

Sempre in day time, la puntata di ‘Mezzora in più’ con Giovanni Rezza, Vincenzo Boccia, Maurizio Landini, Claudia Balotta, Alessia Lai, Roberto Sommella, Stefano Boeri e Yascha Mounk tra gli ospiti di Lucia Annunziata, ha ottenuto 1,579 milioni di spettatori e l’8,6% di share. Un’ottima prestazione dopo l’Annunziata, l’ha fatta ‘Kilimangiaro’ sulla terza rete (7,1% e 10,2%), mentre ha tenuto bene botta, nonostante l’agenda football scarica l’intrattenimento di Rai2 (‘Quelli che Aspettano…’ al 6,4% e ‘Quelli che il Calcio…’ al 7,5%).

In prima serata ha vinto la seconda puntata della seconda stagione della fiction ‘La Vita Promessa’, con Luisa Ranieri protagonista che ha sostanzialmente riconvocato lo stesso pubblico di sette giorni prima arrivando a quota 4,582 milioni di spettatori e 19,3%.

Dietro la Ranieri stavolta ha corso sempre da seconda opzione Barbara D’Urso su Canale5. Ospitando Asia e Fiore Argento, Pietro Delle Piane, Vittorio Feltri (“Questo programma è un canile… ha detto il giornalista) e Vittorio Sgarbi (che ha fatto la pace con la conduttrice), Rodrigo Alves, Clizia Incorvaia ed Heather Parisi, Live Non è la D’Urso ha conseguito in apertura 2,7 milioni e il 10,14% e poi 2,6 milioni ed il 14,8%.

D’urso ha vinto nettamente in seconda serata, una vota terminata la fiction dell’ammiraglia rivale.

Meno bene di sette giorni prima, nonostante una scaletta poderosa, è andato Fabio Fazio che a ‘Che tempo che fa’ ha di nuovo ospitato l’infettivologo Roberto Burioni, con Piero Angela e il capo della Protezione Civile Angelo Borrelli, ma poi ha sciorinato anche Luca Zingaretti e Maria De Filippi.

Così confezionato la prima parte dello show ha avuto 2,261 milioni di spettatori con l’8,9%. In questo contesto si può ritenere molto buona la difesa di Italia 1 che ha puntato su un film cult, di solito speso nel periodo natalizio: ‘Il principe cerca moglie’ con Eddie Murphy protagonista ha raccolto 1,775 milioni di spettatori e il 7,3%

In flessione, ma rimanendo oltre la media di questa stagione, è stato Massimo Giletti. ‘Non è l’Arena’ ha parlato di corona virus, ma anche dell’assalto di Napoli al pronto soccorso in cui era morto un quindicenne ucciso durante una tentata rapina, nonché della dieta di Adriano Panzironi. Così organizzato il talk ha avuto 1,6 milioni di spettatori e 6,1% nella prima parte e poi 1,1 milioni e 6,32%. Molto più staccate e appaiate sono arrivate, infine, le pellicole di Rai3 (‘Amiche da morire’ 977mila spettatori e 3,83%) e Rete4 (Colpevole d’innocenza a 972mila e 4%) continuando a monitorare la cronaca.

 

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Calcio, i giornalisti alla Figc: garantire l’accesso alla stampa

Calcio, i giornalisti alla Figc: garantire l’accesso alla stampa

Anche Snapchat blocca Trump: “Non amplificheremo le voci che incitano alla violenza razziale e all’ingiustizia”

Anche Snapchat blocca Trump: “Non amplificheremo le voci che incitano alla violenza razziale e all’ingiustizia”

EMERGENZA COVID19: CHI FA CHE COSA

EMERGENZA COVID19: CHI FA CHE COSA