A Torino la finale della Women’s Champions League del 2022

Il Comitato esecutivo dell’Uefa, a Nyon, ha scelto Torino per ospitare la finale di Champions League donne del 2022. E’ la seconda volta che in Italia si disputerà la fase conclusiva della competizione, dopo quella del 26 maggio 2016 svoltasi allo stadio ‘Città del Tricolore’ di Reggio Emilia.

Con la stagione 2021/22 il torneo cambierà formula con una fase a girone a 16 squadre, con quattro gironi da quattro e sfide di andata e ritorno tra tutte le partecipanti. Le prime due classificate di ogni girone accedono ai quarti di finale.

 

“Un calendario intensissimo e unico che posiziona Torino, per i prossimi anni, sotto i riflettori del grande sport mondiale”. Così la sindaca Chiara Appendino ha commentato su Facebook la decisione Uefa. “Dopo le Atp Finals dal 2021 al 2025, le finali dei Mondiali di volley maschile e quelle di Nations League maschili e femminili, il Gran Prix del figure skating e tanti altri eventi, Torino si conferma sempre più capitale dello sport internazionale”, ha rimarcato Appendino, complimentandosi con “tutte le persone che hanno lavorato alla candidatura portandoci fino all’aggiudicazione”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Raimondo Zanaboni lascia la guida della pubblicità Rcs.  “Nuovo percorso professionale”

Raimondo Zanaboni lascia la guida della pubblicità Rcs. “Nuovo percorso professionale”

Repubblica: candidati al Cdr scelti il 5 giugno, eletti entro il 15

Repubblica: candidati al Cdr scelti il 5 giugno, eletti entro il 15

Trump vara la stretta sui social: sono monopoli; con interventi sui post assumono posizioni editoriali

Trump vara la stretta sui social: sono monopoli; con interventi sui post assumono posizioni editoriali