Australia: dopo 85 anni chiude l’agenzia stampa AAP

Condividi

L’agenzia di stampa australiana Australian Associated Press (AAP) chiuderà i battenti il 26 giugno prossimo, dopo 85 anni di attività, con la perdita di circa 500 posti di lavoro, di cui circa 180 giornalisti.

A incidere sulla scelta degli azioni di riferimento, la News Corp. Australia e la Nine Entertainment Company, è stato il declino del numero degli abbonati. La decisione “ha poco a che vedere con la qualità, l’accuratezza, la velocità e il patrimonio della AAP accumulato nell’arco di molti, molti anni”, ha spiegato l’ad Bruce Davidson, specificando che l’attività non è più sostenibile a causa dell’aumento dei contenuti online gratuiti.

(Foto Ansa – EPA/DANNY CASEY AUSTRALIA AND NEW ZEALAND OUT)

“Quando un editore così importante cessa le attività… la cosa è motivo di vera preoccupazione”, ha detto in Parlamento il premier australiano Scott Morrison. E parlando sempre in Parlamento il leader dell’opposizione Anthony Albanese ha accusato la maggioranza di “lasciare un vuoto enorme in termini di copertura dell’informazione”, sottolineando che “la democrazia non dovrebbe essere data per scontata”.