3 marzo Don Matteo invade martedì. Berlinguer distanzia Giordano e Floris

Covid-19 e la scaletta dei talk. Non era facile ieri – martedì 3 marzo – rispondere ad una serie di interrogativi nel merito. Che dosi prevedere dei vari ingredienti? Chi fare parlare? Scegliere il taglio più scientifico o quello popolare, l’approccio economico o quello umanista? Che peso dare alle altre notizie? Il tutto in una serata in cui a dominare la scena, visto che giovedì ci dovrebbe essere la Coppa Italia, sull’ammiraglia pubblica era atterrato il prete della Lux. Ebbene, a risolvere meglio l’equazione è stata Bianca Berlinguer, puntando su una lunga apertura pop con Mauro Corona, Oscar Farinetti e Antonello Colonna. Ma vediamo la graduatoria per numero di spettatori in prima serata.

Su Rai1 la puntata straordinaria di ‘Don Matteo’, con Terence Hill e Nino Frassica nel cast ed Elena Sofia Ricci e Antonio Catania come guest star, ha ottenuto 5,918 milioni di spettatori ed il 24,2% di share.

E poi in seconda serata ‘Porta a Porta’, con Bruno Vespa focalizzato sul corona virus, ha ottenuto 1,6 milioni di spettatori e 15,54% di share ed è rimasto davanti alla parte finale de ‘Le Iene’.  Sul secondo gradino del podio per spettatori si è installata la seconda rete, mentre non hanno brillato le proposte di Cologno.

Su Rai2 per la puntata di ‘Pechino Express, Le Stagioni dell’Oriente’ che ha eliminato gli Inseparabili, ha avuto 2,065 milioni di spettatori e l’8,9%.

Su Canale5 la pellicola pruriginosa ma non troppo, ‘50 sfumature di nero’, è stata un flop: ha riscosso solo 1,867 milioni di spettatori e l’8,3% di share.

Su Italia 1, invece, ‘Le Iene Show’, con Alessia Marcuzzi e Nicola Savino alla conduzione, ha intrattenuto 1,747 milioni di spettatori con il 9,52%. Nella sfida tra i talk giornalistici, focalizzati sull’emergenza epidemica, ha vinto abbastanza nettamente Bianca Berlinguer, superando Giovanni Floris e Mario Giordano (che in sovrapposizione ha battuto di una inezia Floris).

Su Rai3 ‘#Cartabianca’, dando spazio in avvio a Mauro Corona e poi ospitando tra gli altri Oscar Farinetti, Antonello Colonna, Pierpaolo Sileri, Massimiliano Fedriga, Mariarita Gismondo, Francesco Boccia, Francesco Borgonovo, Andrea Scanzi, Antonio Caprarica, ha conquistato 1,4 milioni di spettatori e il 6,1%.

Su La7 ‘DiMartedì’ puntando tra gli altri su Elsa Fornero, Carlo Cottarelli, Sergio Rizzo, Diego Della Valle, Marco Damilano, Viola Carofalo, Irene Tinagli, Michel Martone, Alessandro Sallusti, Raffaele Lupi, Don Sigurani, Paola Tommasi, Alessandra Moretti, Aldo Cazzullo, Fabrizio Roncone, Marcello Sorgi, Myrta Merlino, Pietro Senaldi ha portato a casa 1,025 milioni di spettatori e 4,4%.

Su Rete 4 ‘Fuori dal coro’ ha proposto tra gli ospiti Giorgia Meloni, Rita Dalla Chiesa, Gianfranco Vissani, Luisella Costamagna, Pasquale Tridico, avendo alla fine 944mila spettatori e il 4,8%. In access, tra i programmi giornalistici, ancora vincente La7, ma con Rai2 (in attesa di ‘Pechino Express’) ben accesa e di nuovo vicina a Rete4.

‘Otto e mezzo’, con Lilli Gruber alla conduzione e Simona Bonafè, Massimo Giletti, Beppe Severgnini tra gli ospiti, ha raccolto 1,958 milioni di spettatori e il 7%.

Su Rai2 il ‘Tg2Post’, con Manuela Moreno alla conduzione e tra gli ospiti Alberto Bagnai, Anna Teresa Palamara e Walter Ricciardi, ha conseguito 1,454 milioni di spettatori e il 5,1%.

Su Rete 4 ‘Stasera Italia’, con Barbara Palombelli alla conduzione e Maria Giovanna Maglie, Cesara Buonamici, Pierferdinando Casini, Alessandro De Nicola tra gli ospiti, ha riscosso 1,482 milioni di spettatori e 5,5% di share nella prima parte e 1,296 milioni e il 4,6% nella seconda parte.

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Tv e relazioni sociali i pilatri del lockdown. Istat: televisione seguita dal 92% dei cittadini “indispensabile canale di aggiornamento”

Tv e relazioni sociali i pilatri del lockdown. Istat: televisione seguita dal 92% dei cittadini “indispensabile canale di aggiornamento”

Rassegne stampa, il Tar conferma la decisione Agcom: non sono riproducibili gli articoli a riproduzione riservata

Rassegne stampa, il Tar conferma la decisione Agcom: non sono riproducibili gli articoli a riproduzione riservata

Cinema, dal Mibact 120 milioni per il settore. Franceschini: servono nuovi investimenti

Cinema, dal Mibact 120 milioni per il settore. Franceschini: servono nuovi investimenti