Tim: al via la partnership strategica con Google per i servizi cloud

Condividi

Tim e Google Cloud hanno firmato l’accordo ufficiale che darà il via a una collaborazione tecnologica congiunta “per la creazione di innovativi servizi di cloud pubblico, privato e ibrido”. Tim punta con questo accordo a “un’accelerazione nella crescita dei suoi ricavi da servizi tecnologici, con l’obiettivo di raggiungere 1 miliardo di euro di ricavi e 0,4 miliardi di euro di Ebitda entro il 2024″.

A tre mesi dalla firma del protocollo d’intesa, le due società hanno concluso gli accordi in base ai quali implementeranno iniziative congiunte di proposte ai clienti a supporto delle aziende italiane per sfruttare più rapidamente i vantaggi delle tecnologie cloud. Tim si rivolgerà anche a Pubblica Amministrazione e servizi governativi come fornitore di infrastrutture e servizi cloud in grado di offrire controllo locale sui dati.

Luigi Gubitosi (Foto ANSA/CLAUDIO PERI)

Sono confermati gli investimenti previsti da Tim per l’innovazione e la realizzazione di nuovi Data Center, lo sviluppo di nuove competenze in ambito cloud anche tramite assunzioni e un piano di formazione che coinvolgerà 6.000 persone nelle aree commerciale, prevendita e tecnica. A conferma dell’impegno in Italia, Google Cloud parteciperà con Tim all’apertura di nuove regioni Cloud, con conseguenti servizi e dati in cloud a bassa latenza e alte prestazioni.

“Questa partnership strategica con Google colloca Tim come punto di riferimento in Italia nel Cloud ed Edge computing, due mercati che saranno sempre più importanti con la progressiva implementazione del 5G e dell’Intelligenza Artificiale e conferma il nostro impegno a promuovere e accompagnare il progresso digitale del Paese” commenta l’amministratore delegato di Tim, Luigi Gubitosi. “Siamo orgogliosi di questa partnership – gli fa eco Thomas Kurian, ceo di Google Cloud – che permetterà di aiutare i clienti in Italia ad accelerare la loro trasformazione digitale”.