5 marzo Don Matteo fa il triplo di Canale5. Del Debbio vince tra i talk

Nella giornata del video messaggio di Sergio Mattarella al Paese, con il calcio e lo sport fermi, l’epidemia di Covid-19 che non rallenta e le strutture sanitarie sempre più sotto stress, la griglia tv della serata di giovedì 5 marzo ha proposto tre approfondimenti informativi – due classici ed uno speciale –, la fiction del prete Lux a Spoleto, due film, l’attesa finale di ‘Masterchef’ su SkyUno.

La scelta dell’ammiraglia pubblica ha funzionato da ansiolitico.

Su Rai1 la puntata di ‘Don Matteo’, con Terence Hill e Nino Frassica protagonisti, ha stravinto la serata a quota 6,6 milioni con il 26,3%, triplicando il risultato del secondo arrivato e battendo nettamente anche quello della propria puntata precedente (5,8 milioni e 23,3%).

Al secondo posto in graduatoria si è collocata la pellicola leggera di Canale 5. ‘Poveri ma ricchi’, con Christian De Sica, Lodovica Comello, Lucia Ocone, Enrico Brignano, Anna Mazzamauro nel cast, ha raccolto solo 1,947 milioni di spettatori e l’8,23% di share.

Meglio del film di Fausto Brizzi in replica ha fatto, per lunghi tratti, Italia1. ‘Le Iene Show’, con alla conduzione Veronica Ruggeri, Nina Palmieri e Roberta Rei, ha ottenuto 1,7 milioni di spettatori e il 9,2% di share.

Tra le trasmissioni giornalistiche ha vinto quella più pop. ‘Dritto e Rovescio’, proponendo un confronto nord contro sud sull’epidemia, aggiornando la situazione corona virus, parlando pure della cronaca nera fresca di Napoli e in chiusura anche di Mediugorie, con Paolo Del Debbio alla conduzione e un folto gruppo di ospiti (tra gli altri Massimiliano Romeo, Gianfranco Librandi, Giorgio Mulé, Maurizio Belpietro, Matteo Bassetti, Nicolò Fraschini, Ottavio Cappellani, Raffaele Auriemma, Claudia Fusani, Giovanni Donzelli, Toni Capuozzo, Francesca Fagnani, Giuseppe Cruciani, Sara Manfuso, Vauro Senesi, Paolo Brosio, Luigi Amicone, Mario Adinolfi, Piergiorgio Odifreddi, Marco Morocutti, Don Ariel) distribuiti nei vari segmenti, ha conquistato 1,2 milioni di spettatori ed il 6% di share terminando dieci minuti prima dell’una di notte.

Del Debbio ha battuto il film di Rai2 (‘3 Days to kill’ a 1,185 milioni e 4,6%) e la puntata finale di ‘Masterchef’ su SkyUno.

Il talent culinario ha fatto un ottimo risultato: la gara vinta da Antonio, nono campione, ha conquistato 1,136 milioni di spettatori e il 4,6%.

Su La7 ha fatto bene Corrado Formigli. Avendo tra gli ospiti Massimo Galli, Massimo Cacciari, Antonio Padellaro, Alessandro Sallusti, Ilaria Capua, Guido Brera, Mario Monti, Pierluigi Lo Palco, Luca Telese, Fabio Picchi, ‘Piazzapulita’ ha portato a casa 1,103 milioni di spettatori e il 5,56% di share tra e le 21.21 e le 24.56.

Staccata dagli appuntamenti ordinari del giovedì è quindi arrivata la puntata speciale di ‘Mezzora in Più’. Lucia Annunziata ha avuto tra gli ospiti Ezio Mauro, Benedetta Allegranzi, Silvio Brusaferro, Giancarlo Giorgetti, Francesco Boccia, Vincenzo De Luca, Nello Musumeci, Carlo Cottarelli, conseguendo 783mila spettatori e il 3,3% tra le 21.19 e le 23.56. In access, Lilli Gruber ha vinto con ampio vantaggio su Barbara Palombelli e Manuela Moreno.

Su La7 ‘Otto e mezzo’, con Giovanni Floris, Alberto Forchielli, Fabrizio Pregliasco e Marianna Aprile ospiti ha avuto 2,037 milioni di spettatori e il 7,3%.

Su Rete4 ‘Stasera Italia’ con Giovanni Malagò, Stefano Boeri, Sestino Giacomoni, Giampiero Mughini, Alessandra Ghisleri, ha ottenuto 1,278 milioni e 4,6%.

Su Rai2 ‘Tg2 Post’ con Federico D’Incà, Eugenio Gaudio tra gli ospiti, ha conseguito 1,289 milioni e 4,5% di share.

In seconda serata, trainata da Terence Hill, è andata bene la puntata di ‘Porta a Porta’ con Matteo Salvini (1,5 milioni di spettatori e 14,33% di share), correndo davanti a ‘Le Iene’ fino alle 24.20.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Mercato del Libro, nel lockdown perso l’85% delle vendite. Aie: a fine anno rischio calo del fatturato tra i 650 e i 900 milioni

Mercato del Libro, nel lockdown perso l’85% delle vendite. Aie: a fine anno rischio calo del fatturato tra i 650 e i 900 milioni

Gad Lerner trasloca al ‘Fatto’: “scelta obbligata”; “Exor ha optato per la monarchia assoluta”

Gad Lerner trasloca al ‘Fatto’: “scelta obbligata”; “Exor ha optato per la monarchia assoluta”

Radio, a marzo investimenti pubblicitari in picchiata, -41,6%. Fcp-Assoradio: primo trimestre -8,9%

Radio, a marzo investimenti pubblicitari in picchiata, -41,6%. Fcp-Assoradio: primo trimestre -8,9%