E-learning in crescita (+1,9%). Università di Torino prima con 8 corsi davanti a Roma Tor Vergata e Foggia (7)

Condividi

Notizie e approfondimenti quotidiani sul digitale a cura di Reputation Manager, la società di riferimento in Italia per l’analisi, la gestione e la costruzione della reputazione online.

 

Smart assistant, la guida del Garante per tutelare la privacy. Consumi, interessi, lavoro, età, stati d’animo: sono moltissimi i dati personali che gli assistenti digitali nelle nostre case possono raccogliere e memorizzare. A sottolineare la necessità di «un uso informato e consapevole» arriva un vademecum preparato dal Garante della privacy e disponibile online. L’obiettivo è «tutelare in modo adeguato» i nostri dati e quelli delle persone che entrano nel campo di azione degli smart assistant.

Quanto è diffuso l’e-learning in Italia? Negli ultimi 8 anni, il peso della didattica online è cresciuto dal 2,3 al 4,2 per cento ma oltre il 61% delle iniziative a distanza riguarda le realtà telematiche (dati: Universitaly). In Italia, l’Università statale che organizza il maggior numero di corsi online è quella di Torino (8), seguita da Foggia e Roma “Tor Vergata” (7).

Amazon Business Prime, i nuovi servizi per le aziende. Dopo Germania, Gran Bretagna, Francia e Spagna, Amazon Business lancia anche in Italia “Business Prime”: il nuovo servizio dedicato agli acquisti online per partite Iva e aziende di ogni dimensione e tipo.

Le fake news spaventano gli italiani. In Italia «una persona su due» fra quelle che frequentano i social, il 52%, è preoccupata per il dilagare delle fake news.  Come si stanno muovendo i social per contrastare le bufale? L’Economia del Corriere oggi in edicola racconta le contromosse delle principali piattaforme.  «Comincia ad affermarsi la tendenza nei social a conversazioni più private, all’interno di gruppi o comunità di cui ci si fida di più».