Coronavirus, Cairo: garantire l’informazione; importate dare notizie alle persone

“Anche durante la Guerra le edicole sono rimaste aperte, l’informazione va garantita al 100%”. Ad affermarlo il presidente e ad di Rcs, Urbano Cairo.

“Stiamo mettendo un numero crescente di persone in smart working, vogliamo farle lavorare in sicurezza”, ha spiegato l’editore, ospite ieri a Otto e mezzo, su La7. “Ma dobbiamo assicurare la costanza di informazione: è importante dare notizie alle persone. I giovani si sentono invincibili, ma devono capire anche loro che è un problema che tocca tutti, non solo gli anziani”.

Urbano Cairo (Foto Ansa/Mourad Balti Touati)

“Sono dell’idea che andrebbe chiuso tutto per 14 giorni, così si prolunga solo l’agonia”, ha detto poi guardando alla situazione attuale e alle disposizioni adottate finora, per affrontare il contagio. “Non bisogna avere timore di prendere misure troppo rigorose: va nell’interesse di tutti, perché così i contagi continuano a crescere. Meglio fermarsi subito e poi ripartire”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Tv e relazioni sociali i pilatri del lockdown. Istat: televisione seguita dal 92% dei cittadini “indispensabile canale di aggiornamento”

Tv e relazioni sociali i pilatri del lockdown. Istat: televisione seguita dal 92% dei cittadini “indispensabile canale di aggiornamento”

Rassegne stampa, il Tar conferma la decisione Agcom: non sono riproducibili gli articoli a riproduzione riservata

Rassegne stampa, il Tar conferma la decisione Agcom: non sono riproducibili gli articoli a riproduzione riservata

Cinema, dal Mibact 120 milioni per il settore. Franceschini: servono nuovi investimenti

Cinema, dal Mibact 120 milioni per il settore. Franceschini: servono nuovi investimenti