Da oggi Ilmanifesto.it è accessibile gratuitamente. Stop al paywall per emergenza coronavirus e campagna #iorompo

Da oggi e per i prossimi giorni ilmanifesto.it, sito del quotidiano comunista diretto da Norma Rangeri, sarà gratuito e accessibile a tutti.

Abbiamo deciso di abbassare il paywall del sito per due buoni motivi, si legge sul sito: “Il primo è che mai come in questi giorni di emergenza nazionale è importante essere (bene) informati, attenti e consapevoli di quello che accade, vicino o lontano che sia. La seconda, altrettanto valida, è che alla fine dell’anno scorso, con la campagna #iorompo, migliaia di abbonati e sostenitori hanno pagato per leggere il manifesto e per farlo leggere agli altri, liberando 50 giorni di sito gratis per tutti.
Aprendo il nostro sito pensiamo perciò di corrispondere ai desideri dei nostri lettori più fedeli e di quelli occasionali, che hanno ancora più bisogno di un punto di vista come il nostro, libero e fuori dal coro.
L’anno prossimo compiremo 50 anni e presto lanceremo una campagna abbonamenti e di iniziative per il nostro specialissimo compleanno. Non sappiamo ancora dirvi per quanto tempo riusciremo a mettere a disposizione gratuitamente i nostri contenuti, è un esperimento unico di informazione libera, di qualità, autofinanziata dai lettori e senza pubblicità. Ma vale la pena tentare. Noi ce la mettiamo tutta. Voi, se vi piace, continuate a comprarci e ad abbonarvi. In edicola e online”.

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

La parola Covid spopola sui media (e prende il posto di Coronavirus). Nella TOP TEN seguono terapie intensive e contagio; boom vaccino

La parola Covid spopola sui media (e prende il posto di Coronavirus). Nella TOP TEN seguono terapie intensive e contagio; boom vaccino

Editoria, Riffeser: giornali cerniera tra istituzioni e cittadini. Servono aiuti come in altri paesi e progetti per modernizzare le edicole

Editoria, Riffeser: giornali cerniera tra istituzioni e cittadini. Servono aiuti come in altri paesi e progetti per modernizzare le edicole

Allarme Snag. Nel primo semestre chiuse 1.410 edicole, drastica riduzione vendita quotidiani: 1.2 milioni di copie al giorno (erano 8  mln 15 anni fa)

Allarme Snag. Nel primo semestre chiuse 1.410 edicole, drastica riduzione vendita quotidiani: 1.2 milioni di copie al giorno (erano 8 mln 15 anni fa)