Rai, Foa e Salini ai dipendenti: noi punto di riferimento per informazione affidabile

Questo è “un momento difficilissimo per il nostro Paese, un momento in cui il Servizio Pubblico, di cui noi tutti siamo interpreti, è chiamato ad onorare il proprio mandato, garantendo alla popolazione italiana un’informazione affidabile e l’accompagnamento nella vita di tutti i giorni, secondo modalità che non hanno precedenti nella storia della Repubblica dalla fine della Seconda guerra mondiale”. Lo scrivono Marcello Foa e Fabrizio Salini, presidente e amministratore delegato Rai, ai dipendenti del gruppo di viale Mazzini, sottolineando che “proprio nei momenti di crisi i cittadini cercano la Rai perché la considerano un punto di riferimento irrinunciabile. Ci cercano perché vogliono un’informazione affidabile ma anche per la nostra offerta culturale e per beneficiare di qualche momento di svago”.

Marcello Foa e Fabrizio Salini (foto ANSA/ ETTORE FERRARI)

Ecco la lettera integrale.

Cari colleghi,
questo è un momento difficilissimo per il nostro Paese, un momento in cui il Servizio Pubblico, di cui noi tutti siamo interpreti, è chiamato ad onorare il proprio mandato, garantendo alla popolazione italiana un’informazione affidabile e l’accompagnamento nella vita di tutti i giorni, secondo modalità che non hanno precedenti nella storia della Repubblica dalla fine della Seconda Guerra Mondiale.
Eppure, proprio nei momenti di crisi i cittadini cercano la RAI perché la considerano un punto di riferimento irrinunciabile. Ci cercano perché vogliono un’informazione affidabile ma anche per la nostra offerta culturale e per beneficiare di qualche momento di svago.
Non è facile soddisfare tutte le aspettative, perché l’emergenza riguarda anche la RAI, che è costretta, a sua volta, ad operare in condizioni di emergenza. Ma ce la stiamo facendo. Abbiamo apprezzato la disponibilità con cui molti di voi hanno accettato misure straordinarie come lo smart working, ma soprattutto siamo riconoscenti nei confronti di coloro che continuano ad operare “sul campo”: nei centri di produzione, nelle redazioni, negli studi di regia, in tutte le attività collegate a questa emergenza, nonostante la preoccupazione per il virus che, è inutile negarlo, tocca ognuno di noi.
Siamo, tutti preoccupati per le nostre famiglie, per i nostri cari, che sovente in queste ore non possiamo raggiungere, e anche per noi stessi. E proprio per questo la task force continua ad aggiornare le misure di sicurezza e di prevenzione.
L’azienda ha rispettato sin dall’inizio tutte le disposizioni emanate dal governo e dalle autorità sanitarie, in certi frangenti addirittura anticipando l’adozione di provvedimenti restrittivi. E continueremo su questa strada, con rigore assoluto.
Stiamo per rendere sistematico l’uso di mascherine nei siti produttivi, ovviamente mettendo a disposizione i guanti, stiamo stabilendo dei turni di lavoro sempre più mirati al fine di limitare allo stretto indispensabile la permanenza delle persone nello stesso ambiente.
La vostra tutela è una priorità assoluta e siamo consapevoli del vostro encomiabile impegno.
Vi giunga pertanto il nostro sincero GRAZIE.
Grazie per il vostro altruismo, per il vostro senso del dovere, per la vostra professionalità. Un grazie che vi preghiamo di estendere alle vostre famiglie per la comprensione che stanno mostrando, nella consapevolezza che anche nelle prossime settimane la RAI e tutta l’Italia potranno contare sul vostro indispensabile sostegno.
Fabrizio Salini                                                                          Marcello Foa

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Ferrero primo italiano fra i 500 paperoni al mondo, Del Vecchio 56°.  Bezos il più ricco, poi Gates e Zuckerberg – LA LISTA DEI 500

Ferrero primo italiano fra i 500 paperoni al mondo, Del Vecchio 56°. Bezos il più ricco, poi Gates e Zuckerberg – LA LISTA DEI 500

Il titolo Gedi esce da Piazza Affari. Giano Holding arriva al 100% e avvia il delisting

Il titolo Gedi esce da Piazza Affari. Giano Holding arriva al 100% e avvia il delisting

Rapporto Censis sulla trasformazione digitale in Italia: Milano in testa e Sicilia ultima in Europa

Rapporto Censis sulla trasformazione digitale in Italia: Milano in testa e Sicilia ultima in Europa