Batterio, virus e stress. Le 10 parole Treccani per raccontare il Coronavirus

Condividi

Con l’emergenza Coronavirus, è cambiato anche il nostro modo di parlare. Termini legati alla sfera della medicina sono entrati nelle notizie e, in modo più o meno approfondito, anche nelle nostre conversazioni.La redazione del portale Treccani, in collaborazione con l’Istituto Superiore di Sanità, ha raccolto alcune delle parole cruciali per comprendere l’emergenza derivata dalla diffusione del Coronavirus.

Dalle differenze tra batteri e virus, passando per il significato di epidemia, pandemia e infodemia, di contagio, quarantena, paziente zero e letalità. Senza dimenticare lo stress. Sono questi i dieci termini utilizzati, per ognuno dei quali viene fornita la spiegazione del significato, oltre che rimandi per eventuali approfondimenti.

L’iniziativa fa parte del progetto #leparolevalgono, lanciato da Treccani nel 2015, con l’obiettivo, spiega l’istituzione, “di ridare valore alle parole utilizzate”.