Coronavirus, Caltagirone dona 1 milione di euro per l’emergenza a Roma

Caltagirone dona un milione di euro per l’emergenza Coronavirus a Roma. “La famiglia Caltagirone e il Gruppo Caltagirone – si legge in una nota -, nel rivolgere il proprio plauso all’impegno che ospedali e istituti sanitari italiani hanno messo in campo per fronteggiare l’emergenza in atto nel Paese, intendono fornire un contributo concreto a sostegno degli sforzi del personale sanitario e delle strutture ospedaliere romane”.

Francesco Gaetano Caltagirone (Foto Ansa/Alessandro Di Meo)

“A tal fine Immobiliare Caltagirone, società personale della famiglia – prosegue la nota -, ha deliberato l’erogazione di una donazione di 500 mila euro a favore del Policlinico Universitario Agostino Gemelli di Roma ed il Consiglio di Amministrazione del Gruppo guidato dal Cav. Lav. Francesco Gaetano Caltagirone ha deliberato una donazione di 500 mila euro a favore dell’Istituto Nazionale Malattie Infettive Lazzaro Spallanzani di Roma”.

“In questo momento di difficoltà per il Paese – ha detto Francesco Gaetano Caltagirone, presidente del Gruppo – anche il mondo produttivo deve fare la sua parte. Abbiamo, per questo, ritenuto opportuno sostenere gli sforzi che il personale sanitario sta facendo in questi giorni con una donazione a favore delle due strutture romane impegnate in prima linea nel contenimento dell’emergenza coronavirus. Questo gesto vuol essere anche un ringraziamento a medici, infermieri e ricercatori per quello che stanno facendo per tutti noi e non esaurirà il nostro sostegno ed il nostro impegno per la città”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Raimondo Zanaboni lascia la guida della pubblicità Rcs.  “Nuovo percorso professionale”

Raimondo Zanaboni lascia la guida della pubblicità Rcs. “Nuovo percorso professionale”

Repubblica: candidati al Cdr scelti il 5 giugno, eletti entro il 15

Repubblica: candidati al Cdr scelti il 5 giugno, eletti entro il 15

Trump vara la stretta sui social: sono monopoli; con interventi sui post assumono posizioni editoriali

Trump vara la stretta sui social: sono monopoli; con interventi sui post assumono posizioni editoriali