Telefono casa. Grazie a Tim 1600 cellulari con Sim ai detenuti per parlare con le famiglie

Condividi

TIM con la collaborazione del Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria- Ministero di Grazia e Giustizia, ha donato 1.600 cellulari e altrettante SIM agli Istituti Penitenziari italiani.

L’iniziativa consentirà ai detenuti di poter parlare e realizzare videochiamate con i propri cari in questo periodo in cui il CoronaVirus impedisce qualsiasi incontro,  tanto piu nelle carceri.

 Questa collaborazione e’ un tassello di un più vasto progetto con il Ministero di Grazia e Giustizia con cui il gruppo pilotato da Luigi Gubitosi ha sottoscritto un protocollo d’intesa con il duplice obiettivo: il primo  creare competenze utili al reinserimento nella società dei detenuti sul fronte del digitale e della tecnologia, e il secondo  organizzare un piano di formazione per tutti i dipendenti del Ministero. Iniziative che rientrano nell’Operazione Risorgimento Digitale lanciata da Tim a fine 2019, che ha dovuto interrompere tutti gli incontri di formazione della popolazione in varie città d’Italia a causa del Covid 19.