The Skill di Andrea Camaiora, un team di professionisti per gestire Litigation pr, comunicazione di crisi e reputation management

Contenuto sponsorizzato

Tre sedi (Roma, Milano e Padova) e diciassette persone impegnate in ambiti della comunicazione ad alta specializzazione, un bilancio 2019 cresciuto del 100% rispetto a quello del 2018 e i contratti firmati preannunciano nonostante l’emergenza Coronavirus un 2020 scoppiettante, con un incremento assicurato già del 30%. Sono solo alcuni dei numeri di The Skill, società di comunicazione fondata da Andrea Camaiora, giornalista con un passato da spin doctor per personalità politiche di primo piano che si è poi dedicato alla gestione delle vicende mediatico giudiziarie (Litigation pr) su cui The Skill è specializzata, imponendosi in pochi mesi «non come ‘azienda leader’ – sottolinea Camaiora – espressione inflazionata che spesso non vuol dir nulla, ma come punto di riferimento per il mercato nazionale».

Andrea Camaiora

I servizi offerti da The Skill mettono al centro le Litigation pr e la gestione e comunicazione di crisi ma si estendono a reputation management e web reputation, brand storytelling, social networking e Comunicazione trasparente, materia che Camaiora insegna al master Anticorruzione di Roma Tor Vergata e che offre risposte concrete di implementazione e innovazione della compliance, sia per quanto riguarda i modelli 231, sia per quanto riguarda la legislazione in tema di anticorruzione e trasparenza o normative di recente introduzione (v. ad es. whistleblowing).

«Siamo insomma uno studio di comunicazione dedicato ad argomenti seri, noiosi, ma strategici, che richiedono un alto grado di preparazione, molto studio, parecchia competenza, se volete chiamatele hard skills», chiosa ancora Andrea Camaiora.

Roberta Polese, Fabrizio de Feo, Giorgio Lainati

Il team è ben suddiviso tra uomini e donne, giovani e persone di esperienza. L’ufficio di Roma, a pochi passi da via Veneto, è il più articolato. A capo delle Media relations una firma autorevole del quotidiano Il Giornale, Fabrizio De Feo, e senior advisor l’ex uomo Fininvest e più volte consigliere per la comunicazione di palazzo Chigi nonché vice presidente della commissione di Vigilanza Rai, Giorgio Lainati. Federica Fantozzi, per anni cronista parlamentare di punta del quotidiano «l’Unità», presidia la comunicazione legale. Con loro, a capo dell’area Brand storytelling e Social networking, il più giovane Giovanni Cioffi (28 anni, è da 2 anni il regista della strategia social del marchio di pasticceria Maison Colibri), coadiuvato da Chiara Odierna (ex San Raffaele Spa), mentre Dario Tasca (25 anni), fresco di laurea in giurisprudenza, segue le tre nuove business unit: «The Skill Press», casa editrice specializzatasi in volumi ebook; «Skill to learn» che si occupa di formazione e «The Skill tales», nata da un’idea di Federica Fantozzi per attività di storytelling probono nel tempo del Covid-19. A completare la squadra ci sono la mano e l’occhio del responsabile delle due troupe di The Skill, Antonello Monti.

Federica Fantozzi

A Milano, l’ufficio di Brera è coordinato da Tina Colombo (ex Datamedia, comune di Milano, Regione Lombardia) mentre a Padova c’è il capo area Nord Est, il giornalista ex volto tv di Rete Veneta, Lorenzo Munegato, coadiuvato da una firma tosta proveniente dalla cronaca giudiziaria del Corriere Veneto, Roberta Polese, e da un’altra giornalista con solido background televisivo e di ufficio stampa istituzionale, Barbara Todesco.

Chiara Odierna

Pesante il portafoglio clienti: dall’italianissimo gruppo Tigotà alla multinazionale francese Roullier, leader nella nutrizione vegetale e animale. La filiera agroalimentare vede una forte competenza del team. Andrea Camaiora ha lavorato con Federico Vecchioni, Giovanni Cioffi con Anga (giovani di Confagricoltura) e l’azienda produttrice di fertilizzanti Timac Agro Italia, senza contare Pasta Zara (secondo esportatore di pasta al mondo, seguito da Munegato). In ambito reputation, The Skill ha firmato uno studio sul danno d’immagine causato al ponte palladiano di Bassano del Grappa e lo Studio di comunicazione collabora con uno dei più autorevoli legali in materia media e & reputation, Gianluca Massimei (NCTM). Tutela dell’immagine e dei profili reputazionali anche per numerosi vertici aziendali o istituti come la Banca Popolare del Lazio e FIRE, gruppo indipendente attivo in Italia nei servizi a supporto del credito. Esperienza anche nel settore sociosanitario: The Skill Press ha edito il primo manuale sulla comunicazione di crisi in sanità e The Skill segue da tempo la Società italiana di Chirurgia. L’ambiente è un ambito di alta specializzazione: The Skill affianca lo studio legale internazionale Pavia e Ansaldo che, con i professori Matteo Benozzo e Francesco Bruno, vanta uno dei dipartimenti ambientali considerati anche dalle classifiche internazionali tra i più autorevoli nel nostro Paese. Anche forte di questa competenza, The Skill è stata selezionata da quattro società idriche – Viacqua, Acque del Chiampo, Acque veronesi e Acque venete – per svolgere l’attività di Litigation pr nel processo da poco apertosi al tribunale di Vicenza sulla vicenda Pfas, il più importante caso in Europa in quest’ambito. A coordinare il team sono Roberta Polese e lo stesso Camaiora. Quello legale è uno dei settori presidiato in modo più consistente da The Skill, communication partner della Legal community week 2019 e organizzatore di LexFest, kermesse nazionale dedicata agli operatori del diritto e dell’informazione presieduta da Carlo Nordio e giunta alla quarta edizione. Oltre a curare la comunicazione di alcuni tra gli avvocati d’affari e gli studi legali più prestigiosi, ad esempio «Fantozzi e Associati», la società guidata da Andrea Camaiora lavora su dossier di Litigation pr con penalisti del calibro di Perroni e Associati e Diodà, con lo studio Maio Legal (attivo in Spagna e Messico), con l’Istituto Privacy e sviluppa progetti con lo studio legale Bana e l’Istituto per la lotta alla contraffazione (Indicam). Per l’Unione Camere Penali, The Skill ha prima ideato e poi condotto una campagna social relativa a uno dei principi cardine dello Stato di diritto e del «giusto processo», la prescrizione. Numerose le figure di cui il team di comunicazione strategica si è occupato: tra questi, l’ex ministro Claudio Scajola, Mario Mantovani (già vice presidente di Regione Lombardia), Massimo Comito manager coinvolto e poi prosciolto nel caso Telecom Sparkle, l’ex ministro dell’ambiente Corrado Clini e la campionessa paralimpica Martina Caironi.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Calcio e diritti tv. Lega di Serie A fa causa a Sky per i mancati pagamenti

Calcio e diritti tv. Lega di Serie A fa causa a Sky per i mancati pagamenti

Stampa, male gli investimenti pubblicitari nel primo trimestre, -19,1%. Osservatorio Stampa Fcp: unica nota positiva i Classified, +5,3%

Stampa, male gli investimenti pubblicitari nel primo trimestre, -19,1%. Osservatorio Stampa Fcp: unica nota positiva i Classified, +5,3%

Mercato del Libro, nel lockdown perso l’85% delle vendite. Aie: a fine anno rischio calo del fatturato tra i 650 e i 900 milioni

Mercato del Libro, nel lockdown perso l’85% delle vendite. Aie: a fine anno rischio calo del fatturato tra i 650 e i 900 milioni