Il Coronavirus colpisce anche Facebook. Il social: aumento uso, ma pubblicità debole

Facebook prevede un impatto sul proprio business da parte del Coronavirus. Nonostante abbia registrato un picco nell’utilizzo da parte degli utenti – con aumenti che arrivano fino al 50% nel totale dei messaggi inviati nei Paesi colpiti duramente dal virus -, la società prevede che l’incremento non sarà sufficiente a contrastare l’impatto derivante dal declino della pubblicità digitale in tutto il mondo.

zuck fb

Mark Zuckerberg (Foto Ansa-Ap)

“Abbiamo riscontrato un indebolimento della nostra attività pubblicitaria nei Paesi che intraprendono azioni aggressive per ridurre la diffusione del Covid-19”, hanno dichiarato Alex Schultz, vice presidente della divisione analitica di Facebook, e Jay Parikh, vice presidente dell’aerea ingegneria. “Non monetizziamo molti dei servizi per i quali stiamo assistendo a un aumento”.

La società non ha confermato formalmente la propria guidance sull’utile, ma ha ribadito che il proprio “business sarà colpito negativamente come tanti altri in tutto il mondo”.

 

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Ecco cosa cercano online gli italiani in quarantena: streaming, musei virtuali e allenamenti a casa

Ecco cosa cercano online gli italiani in quarantena: streaming, musei virtuali e allenamenti a casa

Sport, le stelle Nba tornano a sfidarsi in un videogame

Sport, le stelle Nba tornano a sfidarsi in un videogame

Vivendi finalizza la vendita del 10% di Umg a un consorzio Tencent. 100% dell’azienda valutato 30 miliardi

Vivendi finalizza la vendita del 10% di Umg a un consorzio Tencent. 100% dell’azienda valutato 30 miliardi