Rcs: nel 2019 utile in calo a 68,5 milioni. Confermate prospettive medio lungo periodo, monitorando situazione coronavirus

Rcs ha chiuso il 2019 riportando un utile netto in calo a 68,5 milioni di euro rispetto agli 85,2 mln riportati al termine del 2018 (-19,6%) e ricavi consolidati in flessione da 975,6 a 923,6 milioni (-5,3%). L’Ebitda, si legge in una nota, è sceso da 155,3 a 153,3 milioni, mentre l’Ebit è calato a 102,5 mln dai 115,5 mln dell’anno precedente. L’indebitamento finanziario netto a fine 2019 si attesta poi a 131,8 milioni, in ulteriore in miglioramento di 55,8 mln dal dicembre 2018.

Il Cda proporrà ai soci la distribuzione di un dividendo unitario di 0,03 euro, in pagamento dal 20 maggio. La cedola riconosciuta agli azionisti corrisponde a un payout inferiore al 25% dell’utile netto consolidato.

Urbano Cairo (Foto ANSA/MASSIMO PERCOSSI)

“Nel 2019, in un contesto ancora caratterizzato da incertezza, con i principali mercati di riferimento in calo, in particolare quello pubblicitario, in Italia e in Spagna, che ha registrato un andamento inferiore rispetto alle aspettative, il Gruppo ha continuato a generare margini e flussi di cassa fortemente positivi e conseguito i propri obiettivi di riduzione progressiva dell’indebitamento finanziario” sottolinea una nota.

Quanto all’emergenza sanitaria in corso nel Pese, Rcs, pur non essendo ancora in grado di quantificare l’impatto sulle attività, ritiene comunque di disporre di “leve gestionali adeguate per contrastare gli effetti dell’emergenza” e “confermare quindi le prospettive di medio-lungo periodo del gruppo”.

“Le misure di contenimento adottate dal Governo italiano stanno avendo conseguenze immediate sull’organizzazione e i tempi del lavoro nonché sull’attività del Gruppo”, spiega il gruppo. Ad esempio, nell’ambito dell’attività relativa alla organizzazione di eventi sportivi, sono state rinviate la Milano Marathon, le gare ciclistiche Strade Bianche, Tirreno Adriatico, Milano Sanremo, Giro di Sicilia ed anche il Giro d’Italia. La società controllata RCS Sport si sta adoperando per ricollocare tali gare all’interno del calendario ciclistico internazionale del 2020.

Anche le diffusioni dei quotidiani sportivi hanno risentito della sospensione dello sport ‘giocato'”. In un contesto di generale incertezza “la raccolta pubblicitaria nel mese di marzo ha segnato un rallentamento sia in Italia e Spagna” sottolinea Rcs ma “di contro, in questo contesto Rcs è uno dei principali e più autorevoli attori dell’informazione, con numeri di traffico digitale in crescita significativa. Anche la customer base totale attiva per il Corriere della Sera si sta incrementando di giorno in giorno”. Lo sviluppo della situazione, nonché i suoi potenziali effetti sulla evoluzione della gestione, “non sono al momento ancora prevedibili – in quanto dipendono, tra l’altro, dalla durata dell’emergenza sanitaria e dal suo livello di diffusione (anche internazionale), così come dalle misure pubbliche, anche economiche, che verranno nel frattempo implementate – e saranno oggetto di costante monitoraggio nel prosieguo dell’esercizio”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Ecco cosa cercano online gli italiani in quarantena: streaming, musei virtuali e allenamenti a casa

Ecco cosa cercano online gli italiani in quarantena: streaming, musei virtuali e allenamenti a casa

Sport, le stelle Nba tornano a sfidarsi in un videogame

Sport, le stelle Nba tornano a sfidarsi in un videogame

Vivendi finalizza la vendita del 10% di Umg a un consorzio Tencent. 100% dell’azienda valutato 30 miliardi

Vivendi finalizza la vendita del 10% di Umg a un consorzio Tencent. 100% dell’azienda valutato 30 miliardi