Sapienza e Ania per il supporto psicologico a medici e infermieri

Condividi

Il numero è: 800893510. Funziona giorno e notte, sette giorni su sette. Lo hanno attivato l’università di Roma La Sapienza e la Fondazione Ania.

Chi chiama – medico, infermiere, ogni figura di operatore sanitario – potrà contare, all’altro capo del telefono, su un aiuto psicologico per resistere in queste difficili settimane. L’idea è partita dalla Sapienza e dalle Facoltà di Medicina e Psicologia, Medicina e Odontoiatria, Farmacia e Medicina, di concerto con le direzioni delle Aziende ospedaliere universitarie del Lazio.

ph. Jonathan Borba

Il servizio è stato battezzato ‘Sapienza Cares for Carers Sc4c, ed è un vero e proprio pronto soccorso psicologico a distanza, coordinato dalla Facoltà di Medicina e Psicologia. Le telefonate vengono passate a un gruppo di quaranta psicologi professionisti, alcuni dei quali impegnati in una formazione specialistica alla Sapienza, mentre altri sono un contingente di psicologi ANIACares Plus, specializzati in tematiche delle emergenze e già operativi per il pronto soccorso psicologico destinato alle vittime degli incidenti stradali.

Per ottenere immediata risposta e sostegno, basta chiamare il numero verde . Nel caso di problemi che non si possono affrontare in una singola video (o audio) seduta, viene offerto anche un counseling di 5 incontri con docenti universitari.

Il servizio si avvale del sostegno di Fondazione Ania e del settore assicurativo, e potrà presto essere messo a disposizione in forma analoga anche per altre aziende sanitarie sul territorio nazionale.