Calcio e coronavirus. Premier pensa a squadre isolate, partite a porte chiuse, tutti gli incontri in chiaro in televisione

Venti squadre isolate in ritiro per sei settimane, e partite disputate a porte chiuse, ogni tre giorni tra giugno e luglio, in un numero limitato di stadi.

E’ il progetto che la Premier League sta studiando per chiudere la sua stagione se non si dovesse ricominciare a giocare prima del 30 aprile. Lo scrive il quotidiano Independent che ipotizza lunghi ritiri in resort isolati per squadre, staff, dirigenti, giocatori così da minimizzare i rischio di contagi. Tutti i 92 incontri, che ancora restano da giocare, verrebbero trasmessi in televisione, probabilmente in chiaro: una decisione che avrebbe registrato il consenso del governo, soprattutto qualora il lockdown dovessero essere prolungate per diversi mesi. Arbitri, cameraman e operatori televisivi, tutti in quarantena, dopo essere stati testati al coronavirus. (Askanews)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Nuova licensing partnership tra Milan e Repx

Nuova licensing partnership tra Milan e Repx

Discovery rinnova i diritti del Roland Garros fino al 2026. Il torneo trasmesso sui canali e servizi ott del gruppo

Discovery rinnova i diritti del Roland Garros fino al 2026. Il torneo trasmesso sui canali e servizi ott del gruppo

Uefa si ferma. Stop al procedimento contro Juve, Barcellona e Real

Uefa si ferma. Stop al procedimento contro Juve, Barcellona e Real