Calcio e coronavirus. Premier pensa a squadre isolate, partite a porte chiuse, tutti gli incontri in chiaro in televisione

Venti squadre isolate in ritiro per sei settimane, e partite disputate a porte chiuse, ogni tre giorni tra giugno e luglio, in un numero limitato di stadi.

E’ il progetto che la Premier League sta studiando per chiudere la sua stagione se non si dovesse ricominciare a giocare prima del 30 aprile. Lo scrive il quotidiano Independent che ipotizza lunghi ritiri in resort isolati per squadre, staff, dirigenti, giocatori così da minimizzare i rischio di contagi. Tutti i 92 incontri, che ancora restano da giocare, verrebbero trasmessi in televisione, probabilmente in chiaro: una decisione che avrebbe registrato il consenso del governo, soprattutto qualora il lockdown dovessero essere prolungate per diversi mesi. Arbitri, cameraman e operatori televisivi, tutti in quarantena, dopo essere stati testati al coronavirus. (Askanews)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Il Campionato MotoAmerica Superbike 2020 trasmesso sui canali Eurosport dal 30 maggio

Il Campionato MotoAmerica Superbike 2020 trasmesso sui canali Eurosport dal 30 maggio

Calcio e diritti tv. Lega di Serie A fa causa a Sky per i mancati pagamenti

Calcio e diritti tv. Lega di Serie A fa causa a Sky per i mancati pagamenti

‘L’ impatto del COVID-19 sulla Sport Industry’. Domani webinar gratuito by Mgp Sport Consulting

‘L’ impatto del COVID-19 sulla Sport Industry’. Domani webinar gratuito by Mgp Sport Consulting