Coronavirus, appello Ue ai giganti web: fare di più, intensificando la lotta alle fake news

La Commissione Ue ha chiesto alle principali piattaforme online di intensificare gli sforzi per combattere le fake news e sta lavorando con loro per alimentare una pagina web destinata a contenere la disinformazione sul coronavirus. Lo ha reso noto la stessa Commissione Ue.

Durante una videoconferenza con la commissaria europea competente, Věra Jourová, Google, Facebook , Twitter, Microsoft e Mozilla e l’associazione EDiMA hanno confermato l’esistenza di un flusso continuo di notizie false sul web in tema salute che si sono impegnati a rimuovere dalle proprie piattaforme.

Vera Jourova (Foto Ansa – EPA/OLIVIER HOSLET)

Secondo i giganti del web, le azioni intraprese hanno consentito nelle ultime settimane una maggiore informazione con notizie provenienti direttamente dall’Oms e autorità sanitarie nazionali.
Ma, per la Commissione, ci sono ancora delle lacune e le piattaforme dovrebbero condividere le loro informazioni con comunità di ricerca e fact checking. “Le piattaforme devono intensificare gli sforzi per applicare pienamente le nuove politiche e offrire maggiori prove del funzionamento delle misure. È altrettanto importante rafforzare la nostra capacità analitica e coordinare meglio la risposta a informazioni dannose”, ha sottolineato Jourová.

Sulla nuova pagina web si risponde a fake news diffuse ad esempio sulla fine di Schengen o sul virus trasmesso da migranti.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Repubblica: candidati al Cdr scelti il 5 giugno, eletti entro il 15

Repubblica: candidati al Cdr scelti il 5 giugno, eletti entro il 15

Trump vara la stretta sui social: sono monopoli; con interventi sui post assumono posizioni editoriali

Trump vara la stretta sui social: sono monopoli; con interventi sui post assumono posizioni editoriali

De Benedetti presenta ‘Domani’: liberale e democratico. Feltri: indipendente, non neutrale. In arrivo una Fondazione

De Benedetti presenta ‘Domani’: liberale e democratico. Feltri: indipendente, non neutrale. In arrivo una Fondazione