Rai, nasce Tavolo per il sociale. Parapini coordina le attività

Condividi

Giovanni Parapini guiderà il tavolo tecnico per le attività nel campo del sociale (terzo settore- responsabilità sociale -coesione sociale- accessibilità- bilancio sociale) appena istituito alla Rai su forte spinta dell’ad fabrizio Salini.

Fabrizio Salini (Foto Ansa/Riccardo Antimiani)

Nella drammatica emergenza di questi giorni è logico che  Rai voglia di rispondere più puntualmente ai bisogni delle fasce più deboli e più esposte alle nuove emergenze del coronavirus. Infatti, in questo periodo sta già operando con il telegiornale nel linguaggio dei segni e programmi specifici sulle disabilità o il supporto didattico ai bambini che non vanno a scuola o nei confronti degli anziani che non sanno usare Rai Play ma intende rafforzare l’attenzione su questi temi all’interno della sua offerta e nella sua narrazione. Al momento però tutto viene fatto in maniera disorganica da direzioni testate e reti che agiscono autonomamente.

Per questo l’ad Fabrizio Salini ha voluto creare una cabina di regia dedicata sia per coordinare e valorizzare il lavoro che la Rai sta già facendo comunicandolo meglio all’interno e all’esterno dell’azienda e capire attraverso una mappatura che cosa può fare di più. Un tavolo che sia un luogo di costruzione di proposte che soddisfino anche le richieste del mondo del sociale e che promuova anche campagne di sensibilizzazione, call to action che verranno messe a disposizioni di reti testate e direzioni aziendali,

Giovanni Parapini

Quanto mai azzeccata la scelta di affidarne il coordinamento a Giovanni Parapini che nel suo ruolo attuale di Senior advisor per il terzo settore, ha già pensato ed elaborato insieme a Salini proposte ed iniziative, forte anche di lunga esperienza di comunicatore avendo diretto fino a poco fa tutta la comunicazione della Rai. Si stanno invece definendo in questi giorni i nomi dei partecipanti al tavolo.