Hearst Italia vara ‘Barometro Coronavirus’ per conoscere meglio gli italiani in isolamento

Un po’ meno di pessimismo e voglia di tornare al lavoro. Lo dice un’indagine, realizzata da Hearst Italia in partnership con la società inglese di audience intelligence Pulsar Platform, che analizza le conversazioni in Rete fatte dagli utenti sui siti del gruppo per monitorare come si sentono gli italiani durante l’emergenza sanitaria per il Covid-19, cosa desiderano e qual è il loro orientamento sui consumi. Le rilevazioni, basate su quasi un milione di messaggi, avranno cadenza settimanale e i risultati verranno pubblicati sui siti di Elle, Cosmopolitan, Marie Claire, Elle Decor, Esquire e Harper’s Bazaar. L’obiettivo è informare i lettori sugli argomenti di maggiore attualità e interesse e contemporaneamente offrire a partner e investitori una piattaforma per conoscere le attitudini dei consumatori e interagire con loro.


Pulsar ha elaborato un indice per misurare l’attitudine degli italiani. La tendenza, pur essendo ancora negativa, è passata dal -11% precedente al -3% della settimana tra il 25 e il 31 marzo. Nel quadrante negativo le parole ricorrenti sono spesa (vissuta come difficoltà pratica), soldi, Europa, guerra. In quello positivo gratitudine, amici, cucina (in particolare la pizza). In questo momento la vita degli italiani ruota molto attorno al cibo, sottolinea l’indagine: il 18% si mostra agli amici o sui social mentre cucina, il 15% a tavola. Vanno alla grande i primi piatti (46%) seguiti dai dolci (36%).
Per informarsi il media più usato risultano i social network con il 32%, seguiti da quotidiani e periodici con il 16% e dalla tv con il 13%. Tra i temi più postati e commentati svettano la lettera al Financial Times in cui l’ex presidente della Bce, Mario Draghi, indicava nell’aumento del debito pubblico la soluzione per rispondere allo shock economico derivato dall’emergenza sanitaria; gli interventi del virologo Roberto Burioni e la decisione di Giorgio Armani di produrre camici monouso.

In merito alle attività quotidiane, risulta che le donne hanno ritrovato tempo per la cura di sé e anche per gli acquisti di cosmetica negli store online.
Infine, nella classifica dei pensieri ricorrenti al primo posto c’è il desiderio di tornare al lavoro con il 19%; seguono quello di abbracciare i propri cari con il 16% e la voglia di tornare a uscire per godersi la natura con il 15%.
Le prossime indagini del Barometro Hearst saranno sui comportamenti rispetto alla sostenibilità ambientale, l’attitudine verso il benessere fisico e della mente, l’atteggiamento verso le questioni legate alla sfera economica.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Repubblica: candidati al Cdr scelti il 5 giugno, eletti entro il 15

Repubblica: candidati al Cdr scelti il 5 giugno, eletti entro il 15

Trump vara la stretta sui social: sono monopoli; con interventi sui post assumono posizioni editoriali

Trump vara la stretta sui social: sono monopoli; con interventi sui post assumono posizioni editoriali

De Benedetti presenta ‘Domani’: liberale e democratico. Feltri: indipendente, non neutrale. In arrivo una Fondazione

De Benedetti presenta ‘Domani’: liberale e democratico. Feltri: indipendente, non neutrale. In arrivo una Fondazione