I festival di cinema chiedono aiuto al governo

“I festival cinematografici costituiscono un contributo culturale e civile che proprio nel momento della ripartenza del Paese sarà importante valorizzare”. Parte da queste premesse l’intervento della presidente dell’Afic (associazione dei festival italiani di cinema) Chiara Valenti Omero, in difesa di un settore in crisi profondissima.

Cannes è saltato, e come lui tanti altri appuntamenti più piccoli eppure fondamentali: eventi che vengono preparati nel corso di un intero anno, e che danno lavoro a migliaia di persone.

“Noi crediamo che la prima cosa sia dare garanzie economiche a tutti i lavoratori dei festival cinematografici,  quindi al Ministero chiediamo cose molto semplici ma efficaci per affrontare l’emergenza e anche il dopo, quando si tornerà alla normalità con il conseguente affollamento di festival e rassegne”.

Queste le richieste di cui l’associazione intende discutere a un tavolo con il governo:
– la chiusura dei rendiconti 2019 in tempi rapidi con l’erogazione dei fondi previsti alle associazioni che hanno già rendicontato per garantire liquidità;
– l’stituzione di un tavolo di crisi settimanale tra Dg Cinema e Afic;
una quota del 2% del fondo speciale per l’emergenza da destinare ai festival;
– la verifica del bando 2020 e la sua pubblicazione entro metà aprile con la conferma dei soggetti che nel 2019 hanno ottenuto il finanziamento;
– una tempistica elastica con almeno tre mesi di dilazioni che potrebbe consentire di spostare l’edizione 2020 di alcuni festival fino al primo trimestre 2021;
– l’attivazione di un coordinamento con le Regioni  per affrontare l’emergenza anche a livello locale;
– la possibilità di uno scostamento del 40% rispetto al preventivo per il necessario ridimensionamento dei programmi di molti festival;
– l’inserimento di una forma di tax credit esterno o art bonus per i soggetti organizzatori.

Per conoscere appieno la situazione in cui versa il settore dell’audiovisivo (di cui potrete leggere anche sul prossimo numero di Prima Comunicazione), attraverso Cinecittà News, Afic distribuisce inoltre un questionario, che dovrebbe anche costruire una esatta mappatura del fenomeno, regione per regione.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Italpress consolida la partnership con Ledif e presenta Tg Motori

Italpress consolida la partnership con Ledif e presenta Tg Motori

La nuova fase di Hearst: #ripartiamodaqui

La nuova fase di Hearst: #ripartiamodaqui

A Publicis il media di McDonald’s in Cina

A Publicis il media di McDonald’s in Cina