Gedi, il 23 aprile si chiude l’acquisizione di Exor delle azioni in mano a Cir

Dopo aver ottenuto il via libera da parte delle autorità competenti, tra cui la Commissione Europea e AgCom, Cir – Compagnie Industriali Riunite ed Exor comunicano che il completamento della transazione annunciato il 2 dicembre 2019, relativo all’acquisizione da parte di Exor della partecipazione pari al 43,78% del capitale sociale complessivo di Gedi Gruppo Editoriale detenuto da Cir, avrà luogo il 23 aprile 2020 al prezzo di 0,46 euro per azione, per un corrispettivo totale di € 102,4 milioni.

John Elkann (Foto ANSA ALESSANDRO DI MARCO)

Dopo il completamento dell’acquisto, Exor lancerà un’offerta pubblica di acquisto obbligatoria (“MTO”), tramite una società per azioni di nuova costituzione, su tutte le azioni Gedi in circolazione non già possedute, secondo le modalità e secondo i tempi previsti dalle norme applicabili e regolamenti, e alle stesse condizioni sopra indicate ( 0,46 euro per azione).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Tv e relazioni sociali i pilatri del lockdown. Istat: televisione seguita dal 92% dei cittadini “indispensabile canale di aggiornamento”

Tv e relazioni sociali i pilatri del lockdown. Istat: televisione seguita dal 92% dei cittadini “indispensabile canale di aggiornamento”

Rassegne stampa, il Tar conferma la decisione Agcom: non sono riproducibili gli articoli a riproduzione riservata

Rassegne stampa, il Tar conferma la decisione Agcom: non sono riproducibili gli articoli a riproduzione riservata

Cinema, dal Mibact 120 milioni per il settore. Franceschini: servono nuovi investimenti

Cinema, dal Mibact 120 milioni per il settore. Franceschini: servono nuovi investimenti