Carlo d’Asaro Biondo con Tim per sviluppare il cloud in Italia

“Il cloud avrà un’influenza sulle imprese, sulla pubblica amministrazione, sulla vita di ogni giorno, ancora più importante di quella che ha avuto Internet fino ad oggi”.

 

Carlo d’Asaro Biondo e Luigi Gubitosi (foto Ansa)

Ne è fermamente convinto Carlo d’Asaro Biondo, che in marzo ha lasciato dopo dieci anni Google, dove era presidente per le partnership in Europa, Medio Oriente e Africa. Ora ha deciso di lanciarsi a tambur battente in una nuova attività in questo campo assieme a Tim.

Luigi Gubitosi, amministratore delegato e direttore generale di Tim ha infatti incaricato d’Asaro Biondo di sviluppare una nuova società per modernizzare e valorizzare i data center di Telecom Italia e gestire e commercializzare i servizi connessi.
Il primo obiettivo: realizzare due nuovi data center Tim in Italia, basati sulla tecnologie di Google (che non è socio della società, ma solo partner commerciale).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Mercato del Libro, nel lockdown perso l’85% delle vendite. Aie: a fine anno rischio calo del fatturato tra i 650 e i 900 milioni

Mercato del Libro, nel lockdown perso l’85% delle vendite. Aie: a fine anno rischio calo del fatturato tra i 650 e i 900 milioni

Gad Lerner trasloca al ‘Fatto’: “scelta obbligata”; “Exor ha optato per la monarchia assoluta”

Gad Lerner trasloca al ‘Fatto’: “scelta obbligata”; “Exor ha optato per la monarchia assoluta”

Radio, a marzo investimenti pubblicitari in picchiata, -41,6%. Fcp-Assoradio: primo trimestre -8,9%

Radio, a marzo investimenti pubblicitari in picchiata, -41,6%. Fcp-Assoradio: primo trimestre -8,9%