Francesco Delzio lascia il Gruppo Atlantia in fase di trasformazione

Francesco Delzio, secondo quanto risulta a Prima, avrebbe definito l’uscita dal Gruppo Atlantia in cui è stato per quasi dieci anni come executive vice president, coordinando tutte le attività di public affairs, comunicazione esterna e interna, advertising, marketing e sostenibilità del gruppo e delle sue controllate (da Autostrade ad Abertis, da Aeroporti di Roma a Telepass).
Lascia dunque una notevole quantità di incarichi che vanno dalla direzione Relazione Esterne, Affari Istituzionali e Marketing del gruppo, alla direzione Centrale Relazioni Esterne, Affari Istituzionali e Marketing di Autostrade per l’Italia, nonché la presidenza di AD Moving (la concessionaria di pubblicità della rete autostradale) e la direzione delle testate editoriali del gruppo, MyWay ed Agorà.

Francesco Delzio

 

La decisione di Delzio sarebbe legata alla profonda trasformazione di Atlantia che si avvia a diventare una holding di partecipazioni e investimenti, con Autostrade per cui si sta ridefinendo il futuro. Si apprende che nel nuovo corso di Atlantia l’ampia direzione di Delzio verrà abolita e le numerose funzioni prima accorpate al suo interno verranno ridistribuite.
L’uscita di Delzio, gestita molto sotto traccia, fa pensare che abbia in pentola qualcosa di professionalmente intrigante.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Repubblica: candidati al Cdr scelti il 5 giugno, eletti entro il 15

Repubblica: candidati al Cdr scelti il 5 giugno, eletti entro il 15

Trump vara la stretta sui social: sono monopoli; con interventi sui post assumono posizioni editoriali

Trump vara la stretta sui social: sono monopoli; con interventi sui post assumono posizioni editoriali

De Benedetti presenta ‘Domani’: liberale e democratico. Feltri: indipendente, non neutrale. In arrivo una Fondazione

De Benedetti presenta ‘Domani’: liberale e democratico. Feltri: indipendente, non neutrale. In arrivo una Fondazione