Omnicom, Wren ai dipendenti: riduzione del personale, degli stipendi e dei costi, a partire dai ceo

Il ceo di Omnicom, gigante americano della comunicazione e dell’advertising, ha scritto una nota a tutti i 70mila dipendenti globali. John Wren ha spiegato che congedi temporanei, sospensione delle collaborazioni, politiche di riduzione del personale, delle retribuzioni e di taglio dei costi (inclusa la partecipazione a premi e manifestazioni del settore) sono in corso presso moltissime tra le agenzie del gruppo che guida. Nella missiva Wren spiega come i clienti stiano apprezzando grandemente il lavoro svolto per loro in questo momento complicato dalle agenzie del gruppo. Ma come siano “sfortunatamente”, da gestire gli effetti pesanti che COVID-19 ha avuto “sull’economia, sul business dei nostri clienti e sulla nostra stessa attività”. Wren ha raccontato che i leader di Omnicom cercheranno di spostare alcune delle persone nelle attività più vitali in questa fase, a partire da Omnicom Health Group.

John Wren (Adweek.com)

“Le nostre agenzie parteciperanno ai programmi di sussidi governativi in ​​tutto il mondo per ridurre il numero di riduzioni permanenti del personale” ha avvertito il ceo. Aggiungendo che il team dirigenziale esecutivo di Omnicom, inclusi i CEO dei network e delle practise, avrà ridotto di un terzo il proprio stipendio e che lo stesso Wren rinuncierà al suo compenso fino alla fine di settembre. Il messaggio di Wren si concude con un auspicio: “Siamo già sopravvissuti alle crisi. Il nostro personale e la nostra azienda hanno dimostrato grande grinta e capacità di recupero e ne usciremo più forti”.

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

TOP PROGRAMMI TV SUI SOCIAL e post più popolari. A luglio stravince Fazio per persistenza; Temptation Island ‘solo’ secondo

TOP PROGRAMMI TV SUI SOCIAL e post più popolari. A luglio stravince Fazio per persistenza; Temptation Island ‘solo’ secondo

Ferrero primo italiano fra i 500 paperoni al mondo, Del Vecchio 56°.  Bezos il più ricco, poi Gates e Zuckerberg – LA LISTA DEI 500

Ferrero primo italiano fra i 500 paperoni al mondo, Del Vecchio 56°. Bezos il più ricco, poi Gates e Zuckerberg – LA LISTA DEI 500

Il titolo Gedi esce da Piazza Affari. Giano Holding arriva al 100% e avvia il delisting

Il titolo Gedi esce da Piazza Affari. Giano Holding arriva al 100% e avvia il delisting