L’impatto social del coronavirus su lusso e lifestyle in una ricerca di Dmr Group

Dmr Group, azienda attiva nel monitoraggio e analisi media dei mercati lusso e lifestyle,
ha realizzato una ricerca sull’effetto dell’emergenza coronavirus sui Social Media.

In particolare, gli esperti Dmr MR hanno monitorato il panel di oltre 25mila Social Account rilevanti per moda, lusso, cosmetica e lifestyle nel periodo dal 02 al 29 marzo, per capire l’impatto del Covid-19 sulla loro attività su Facebook, Instagram e Twitter.

In totale, il panel ha realizzato oltre 1.4 milioni di post per un Engagement pari a 8.2 miliardi e una Reach di 143.5 miliardi.

Per quanto riguarda le piattaforme, in media nelle quattro settimane:
– Facebook ha registrato un incremento del numero dei post del +12,1% con un relativo aumento dell’Engagement del +16,3%;
– Twitter, anche se con il più alto numero in assoluto di post, ha visto una crescita dei contenuti del +2,6% con un incremento dell’Engagement del +5,7%;
– Instagram ha avuto un calo dei post del -1% al quale è corrisposto un decremento dell’Engagement del -1,9%, anche se mantiene livelli di Engagement di gran lunga superiori agli altri due social.

In riferimento, invece, alle categorie chiave considerate, in media nelle quattro settimane:
– ‘Media e Giornalisti’, che hanno realizzato il maggior quantitativo di post, ne hanno incrementato il numero del +5,8% con un aumento dell’Engagement del +5,9%.
– ‘Celebrity e Influencer’ hanno realizzato un +0,5% dei post registrando, però, un calo dell’Engagement del -1,5%;
– ‘Brand e Store’ hanno ridotto il numero dei post del -10,8% e questo ha comportato un decremento dell’Engagement del -15,7%.

Gli esperti Dmr hanno, inoltre, monitorato nello stesso periodo l’incidenza di 30 keyword e 50 hashtag legati all’emergenza sanitaria sui contenuti realizzati dal panel di account. Considerando la totalità dei profili, le keyword e gli hashtag sono stati utilizzati nel 17% del totale dei contenuti.

Dando uno sguardo in dettaglio alle categorie chiave:
– ‘Media e Giornalisti’ hanno dedicato il 19% del totale dei loro post all’emergenza. Nel periodo considerato, questa tipologia di post è cresciuta, in media, del +51%, ed è stata realizzata principalmente su Twitter (65%);
– ‘Celebrity e Influencer’ hanno focalizzato l’11% di tutti i loro post sul Covid-19, per un aumento medio nelle 4 settimane di questi contenuti del +120%. Il social preferito per l’argomento da questa categoria è stato Instagram (76%);
– ‘Brand e Store’ hanno concentrato il 6% dei loro post sull’argomento con un incremento medio nel periodo del +88,8%. Anche in questo caso, la piattaforma più utilizzata è stata Instagram (63%).

Nel report sono contenuti dettagli dell’analisi e alcuni approfondimenti sulla campagna #playfortheworld di Nike, sull’impegno di Chiara Ferragni e suo marito Fedez e sui progetti #iosonomilano e #iocisono di Vanity Fair Italia.

Il report sarà a breve disponibile sul sito www.dmr.st.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Raimondo Zanaboni lascia la guida della pubblicità Rcs.  “Nuovo percorso professionale”

Raimondo Zanaboni lascia la guida della pubblicità Rcs. “Nuovo percorso professionale”

Repubblica: candidati al Cdr scelti il 5 giugno, eletti entro il 15

Repubblica: candidati al Cdr scelti il 5 giugno, eletti entro il 15

Trump vara la stretta sui social: sono monopoli; con interventi sui post assumono posizioni editoriali

Trump vara la stretta sui social: sono monopoli; con interventi sui post assumono posizioni editoriali