Rai, ‘Doc-Nelle tue mani’ miglior esordio di serie dal 2007. Andreatta: Fiction Rai vicina al pubblico con storie contemporanee

“Una serie che è stata in grado di emozionare e raccogliere nella visione condivisa il pubblico più largo, riuscendo ad intercettare i sogni e i bisogni profondi dei telespettatori, anche in questo momento di grandi difficoltà per tutti”. Questo il commento del direttore di Rai Fiction Eleonora Andreatta sul quarto appuntamento di Doc. Nelle tue mani, la serie diretta da Jan Maria Michelini e Ciro Visco con protagonista Luca Argentero, andato in onda ieri su Rai1.

Eleonora Andreatta (foto Ansa)

Eleonora Andreatta (foto Ansa)

Sono stati 8.7 milioni i telespettatori che hanno seguito l’ultima serata della serie ispirata alla storia di Pierdante Piccioni, ex primario dell’ospedale di Lodi, con punte di 9.2 milioni e del 39%. Un ascolto in tutte le fasce d’età e d’istruzione, in cui, ha proseguito Andreatta, “mi pare importante segnalare il 33% del pubblico femminile 15/24 e il 34% dei laureati. Con un’ascesa ininterrotta dal 26.1% dell’esordio, Doc è il miglior esordio di serie dal 2007 e cioè dall’inizio dell’era digitale. In tanti hanno apprezzato un personaggio come il dottor Andrea Fanti, per l’empatia con chi lo circonda, i pazienti, la famiglia, per la ricchezza anche dolorosa della sua umanità e il coraggio di rinascere dagli errori”.

“La cura e la competenza – ha sottolineato il direttore di Rai Fiction – sono valori che ci ricordano l’impegno e la dedizione con cui i medici e il personale degli ospedali stanno affrontando un’emergenza che sconvolge la vita. Un successo così rilevante nasce dallo sforzo di tanti: Luca Argentero che si è calato nella complessità del personaggio e ne ha restituito la sofferenza e la generosità, e con lui il cast, la qualità della scrittura di Francesco Arlanch e Viola Rispoli, la capacità della regia di Jan Michelini e Ciro Visco di entrare con modernità di linguaggio nelle emozioni, nei caratteri e nell`ambiente. E grazie alla cura e alla passione della Lux Vide con cui Rai Fiction ha condiviso il progetto, partner coraggioso e capace di creare prodotti di alta qualità.
Con Doc – ha concluso – il medical, è tornato su Rai1, ma questo successo va al di là del genere e ci conferma ancor più nella nostra missione: essere vicini al pubblico con le storie della sua contemporaneità”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Calcio, i giornalisti alla Figc: garantire l’accesso alla stampa

Calcio, i giornalisti alla Figc: garantire l’accesso alla stampa

Anche Snapchat blocca Trump: “Non amplificheremo le voci che incitano alla violenza razziale e all’ingiustizia”

Anche Snapchat blocca Trump: “Non amplificheremo le voci che incitano alla violenza razziale e all’ingiustizia”

EMERGENZA COVID19: CHI FA CHE COSA

EMERGENZA COVID19: CHI FA CHE COSA