A Justin Billingsley la carica (nuova) di Global CMO di Publicis Groupe

Condividi
Un ruolo inedito, affidato a un manager di fiducia. Per affrontare gli effetti della crisi causata dal corona virus, che già si evidenziano nei bilanci trimestrali; ma anche per favorire il rilancio, quando inizierà la fase della ripartenza dell’economia e della pubblicità. Arthur Sadoun, ceo e chairman di Publicis Groupe, ha dato a Justin Billingsley la carica di Global Chief Marketing Officer. Billingsley, continuerà a far parte del Publicis Groupe Management Committee, riportando direttamente a Sadoun, e manterrà anche gli incarichi di Chairman di Publicis Emil e Publicis One Touch, le strutture appositamente create per Mercedes e Nivea.

Justin Billingsley
Il suo compito essenziale sarà da vera e propria ‘trincea’: e cioè quello di supportare i vari Global Client Leader di Publicis e i loro clienti in questa fase di destabilizzante impatto del contagio nell’economia e nei consumi. Quattro le tematiche e gli aspetti operativi in cui Billingsley sarà più concretamente impegnato: marketing e sviluppo prodotto, aiutando i clienti a trovare soluzioni scalabili e replicabili per favorire la crescita; ‘client transformation’, promuovendo efficacia ed efficienza del modello Power of One di Publicis; sviluppo del new business ed espansione delle partnership già in dotazione; coordinamento di Pr e comunicazione del gruppo, sia interne che esterne, per rafforzare la relazione sia con i talenti interni che con i clienti. Arthur Sadoun ha commentato: “Justin ha esperienza e doti uniche, un profilo che lo mette in condizioni di svolgere bene questo nuovo originale ruolo all’interno del nostro gruppo e, in maniera particolare, in questa fase di profondo cambiamento”.