Mario Boselli nuovo presidente della Fondazione Italia Cina

Imprenditore tessile, presidente onorario della Camera nazionale della moda, di cui è stato presidente dal 1999 al 2015, Mario Boselli è uno dei maggiori conoscitori della Cina che da quarant’anni frequenta per ragioni professionali e istituzionali, dal 2017 anche come presidente dell’Istituto Italo Cinese. Non stupisce quindi che in un momento particolarmente complesso e delicato per le relazioni con Pechino, tanto per la pandemia del Covid-19 quanto sul piano economico, il Cda della Fondazione Italia Cina lo abbia scelto come nuovo presidente consentendo così, come ha sottolineato lo stesso Boselli, “di realizzare un’unica regia nei rapporti fra l’Italia e la Cina tornando a una situazione che ha dato buoni risultati quando entrambe le Istituzioni erano presiedute da Cesare Romiti.

Mario Boselli

Boselli succede ad Alberto Bombassei, che nel giugno 2018 aveva preso il testimone dal fondatore Cesare Romiti. Alla guida della Fondazione, nata nel 2003 per favorire gli scambi economici, politici e culturali tra i due Paesi, saranno due vice presidenti. Il consigliere Riccardo Monti, ex presidente dell’Ice e attuale amministratore delegato del gruppo Triboo, è stato scelto come vice presidente esecutivo in sostituzione di Diana Bracco, che mantiene l’incarico di consigliere.

Riconfermato nel ruolo di vice presidente, Pier Luigi Streparava, presidente di Streparava Holding e attuale vice presidente della Camera di commercio Italo Cinese. In sostituzione del dimissionario Vincenzo Petrone, la direzione ad interim della Fondazione è stata affidata al direttore operativo Marco Bettin.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Repubblica: candidati al Cdr scelti il 5 giugno, eletti entro il 15

Repubblica: candidati al Cdr scelti il 5 giugno, eletti entro il 15

Trump vara la stretta sui social: sono monopoli; con interventi sui post assumono posizioni editoriali

Trump vara la stretta sui social: sono monopoli; con interventi sui post assumono posizioni editoriali

De Benedetti presenta ‘Domani’: liberale e democratico. Feltri: indipendente, non neutrale. In arrivo una Fondazione

De Benedetti presenta ‘Domani’: liberale e democratico. Feltri: indipendente, non neutrale. In arrivo una Fondazione