Covid-19 e la trimestrale Wpp, Read: -4,9% i ricavi complessivi. In Cina a -30% a marzo

Condividi

Wpp ha presentato i numeri della prima trimestrale, inevitabilmente sofferenti per la pandemia globale. Il ceo del gruppo, Mark Read, ha detto che le performance erano promettenti fino a febbraio, prima cioè che l’effetto del coronavirus si abbattesse progressivamente su tutti i mercati. I ricavi della holding sono diminuiti del 7,9% a marzo, con la Cina in flessione del 30%, la Germania del 15%, il Regno Unito al 9,8% e gli Stati Uniti 3,7%. Complessivamente nel primo trimestre le entrate sono diminuite del 4,9%.

Mark Read

Tra le cose comunque positive della prima fase dell’anno, il new business da 1 miliardo di dollari complessivi generato dall’acquisizione dell’account globale e integrato di Intel, quello creativo Discover e quelli multimediali per Hasbro e Novo Nordisk.

Read ha osservato come alcuni clienti e settori siano severamente colpiti dalla riduzione dei consumi delle persone “mentre i prodotti confezionati, i marchi di tecnologia e quelli del settore food sono stati più resilienti”. Read ha ribadito che il controllo e il taglio dei costi, incluso l’autoriduzione degli stipendi del management, farà risparmiare all’azienda tra i 700 e gli 800 milioni di sterline.