5 maggio I Pooh battono Padre Pio e Le Iene. Floris stacca Berlinguer e Giordano

Erano la gestione della ‘fase due’ già in corso, il destino economico e politico del Paese, l’Europa i temi affrontati nei tre talk ma anche, in parte, su Italia 1; ma c’era pure la ‘sfida’ tra i Pooh e Padre Pio. Lo schema della griglia generalista, ieri, martedì 5 maggio era simile a quello di sette giorni prima: replica contro replica sulle ammiraglie, un film fresco su Rai2 (con I Ditelo Voi a cercare di ripetere il successo inatteso degli Arteteca), e poi ‘Le Iene’, con il corona virus che era comunque l’argomento di tanti servizi del programma di Italia 1. I meter di Auditel non hanno registrato, stavolta alcun exploit dei comici del programma ‘Made In Sud’, accomodatisi in coda alla graduatoria.

Su Rai1 l’evento in replica ‘Pooh- Amici per sempre’, con Carlo Conti alla conduzione, tanti ospiti, immagini di concerti storici, ha avuto 3,6 milioni di spettatori ed il 14,7% di share, portando a casa un risultato nelle attese e conquistando la serata.

Su Canale 5 la replica della fiction ‘Padre Pio’, con Sergio Castellitto, Pietro Biondi, Gianni Bonagura, Andrea Buscemi, Raffaele Castria, ha totalizzato 2,342 milioni di spettatori e l’11,2%.

Su Italia 1 la terza puntata de ‘Le Iene Show’ con Giulio Golia, Matteo Viviani e Filippo Roma alla conduzione, ha riscosso 2,267 milioni di spettatori e 11,6% di share (dopo la presentazione da mezzora a 1,657 milioni ed il 5,8%).

Su La7 ‘Di Martedì’, con Giovanni Floris alla conduzione, e tra gli ospiti Roberto Speranza, Ilaria Capua, Enrico Letta, Pierpaolo Sileri, Concita De Gregorio, Alessandro Sallusti, Edward Luttwak, Luciano Gattinoni, Barbara Gallavotti, Francesco Stellacci, Giovanni Rezza, Ilaria Sotis, Stefano Zurlo, Marta Cartabia, Carlo Cottarelli, Elsa Fornero, Sandra Zampa, Joseph Stieglitz, Maurizia Brunetto, Fabrizio Pregliasco, Anna Teresa Palamara, Paolo Benanti, ha avuto 1,737 milioni di spettatori ed il 7,1% (aveva avuto 1,786 milioni ed il 7% sette giorni prima).

Su Rai3 ‘#Cartabianca’ con Bianca Berlinguer alla conduzione e tra gli ospiti Mauro Corona, Diego Della Valle, Matteo Salvini, Massimo Galli, Andrea Scanzi, Paolo Mieli, Alba Parietti, Roberto D’Antonio, Enrico Bucci, Giuseppe De Donno, ha avuto 1,389 milioni di spettatori ed il 5,8% (1,418 milioni di spettatori ed il 5,7% la settimana prima).

Su Rete4 ‘Fuori da coro’, con Mario Giordano alla conduzione e tra gli ospiti Giorgia Meloni, Giulio Tremonti, Massimiliano Fedriga, Cateno De Luca, Gianluigi Paragone, Cesara Buonamici e Maurizio Belpietro, ha avuto 1,141 milioni di spettatori e il 5,6% di share (sette giorni prima a 1,494 milioni ed il 7%).

Su Rai2 la pellicola in prima tv ‘Gomorreide’, di e con Francesco De Fraia, Raffaele Ferrante, Domenico Manfredi (I Ditelo Voi), ha avuto 1,222 milioni ed il 4,6%.

Il relativo insuccesso della pellicola della seconda rete ha reso possibile due exploit di emittenti ‘outsider’: su Rai4 ‘Attacco al potere’ ha ottenuto ben 926mila spettatori e il 3,5%, su Tv8 ‘Innocenti bugie’ ha conquistato 770mila spettatori e il 2,94%. In access, tra i programmi giornalistici, è stata nettamente vincente La7.

‘Otto e mezzo’, con Lilli Gruber alla conduzione e Marianna Aprile, Ranieri Guerra e Marco Travaglio tra gli ospiti, ha conseguito 2,333 milioni di spettatori e 8,4%.

Su Rete 4 per ‘Stasera Italia’, con Barbara Palombelli alla conduzione e Teresa Bellanova, Maria Giovanna Maglie, Fabio Tamburini, Cesara Buonamici tra gli ospiti, ha conquistato 1,485 milioni spettatori e il 5,4% di share.

Su Rai2 il ‘Tg2Post’, con Manuela Moreno alla conduzione e Gennaro Sangiuliano, Stefano Buffagni, Andrea Montanari ha avuto 1,163 milioni e il 4,9%.

 

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Fabio Caporizzi in Conad? Gira forte la voce in Burson

Fabio Caporizzi in Conad? Gira forte la voce in Burson

Per la prima volta il Time cambia testata e diventa ‘Vote’ in occasione delle elezioni Usa 2020

Per la prima volta il Time cambia testata e diventa ‘Vote’ in occasione delle elezioni Usa 2020

Le Big tech Usa investono una valanga di dollari in attività di lobbying. Ecco quanto spendono per esercitare influenza

Le Big tech Usa investono una valanga di dollari in attività di lobbying. Ecco quanto spendono per esercitare influenza