Vivendi sale al 13% di Lagardere. La media company: nessuna intenzione di prenderne controllo

Vivendi è salita al 13,36% del capitale del gruppo editoriale Lagardere, con diritti di voto sul 10% circa del capitale. Lo ha reso noto il gruppo in una comunicazione all’AMF, l’autorità di vigilanza fracese.
Vivendi precisa di “non aver intenzione di acquisire il controllo di Lagardere” e che il suo investimento “costituisce un investimento finanziario a lungo termine a testimonianza della fiducia in questo gruppo francese”. Inoltre precisa di non avere in progetto di “esercitare influenza sulle attuali scelte strategiche di Lagardere”.

Arnaud de Puyfontaine, CEO di Vivendi (Foto Ansa/Riccardo Antimiani)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Mercato del Libro, nel lockdown perso l’85% delle vendite. Aie: a fine anno rischio calo del fatturato tra i 650 e i 900 milioni

Mercato del Libro, nel lockdown perso l’85% delle vendite. Aie: a fine anno rischio calo del fatturato tra i 650 e i 900 milioni

Gad Lerner trasloca al ‘Fatto’: “scelta obbligata”; “Exor ha optato per la monarchia assoluta”

Gad Lerner trasloca al ‘Fatto’: “scelta obbligata”; “Exor ha optato per la monarchia assoluta”

Radio, a marzo investimenti pubblicitari in picchiata, -41,6%. Fcp-Assoradio: primo trimestre -8,9%

Radio, a marzo investimenti pubblicitari in picchiata, -41,6%. Fcp-Assoradio: primo trimestre -8,9%