Spazi Covid proof e una piattaforma digital per assistere agli eventi. Il Mia prepara la sesta edizione

Il Mia – Mercato Internazionale Audiovisivo prepara la sua sesta edizione. In programma dal 14 al 18 ottobre a Roma nei consueti spazi Covid proof del Distretto Barberini, la manifestazione si prepara a potenziare le sue attività grazie a Mia Digital, piattaforma online che consentirà l’accesso in diretta, da tutti i device e sistemi operativi, a tutte le attività in programma.

Dalla prima edizione, il Mia nato dalla consolidata joint venture tra Anica e Apa, ha registrato numeri in continua crescita: in termini di presenze e numero di contenuti presentati (+84% dal 2015), dal 2017 gli operatori registrati sono aumentati del 35%, dal 2018 del 20%. Nell’edizione 2019 sono state 2.600 le presenze a Palazzo Barberini, di cui il 44% internazionali; 4.295 le presenze a panel, screenings, pitching forums e content showcase, di cui ancora 44% internazionali.

In attesa dell’inizio ufficiale della manifestazione, sul sito, completamente rinnovato, trovano già spazio le prime attività dell’edizione 2020, con due webinar, il 14 e il 18 maggio, per analizzare le nuove prospettive della produzione e della distribuzione audiovisiva. Dal 15 maggio saranno, inoltre, aperte le iscrizioni al PITCHING FORUM E CO – PRODUCTION MARKET, per le sezioni FILM, DRAMA e DOC, che, anche quest’anno, selezionerà circa 50 progetti da tutto il mondo che avranno l’opportunità, durante i giorni del Mercato, di essere presentati a un pubblico di key players nazionali e internazionali.

Mia ha il supporto di del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e di ICE – Agenzia per la promozione all’estero e l’Internazionalizzazione delle imprese italiane, Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo, Regione Lazio, e Creative Europe e la partecipazione delle istituzioni e degli organismi internazionali e dei partner nazionali, tra cui Apulia Film Commission, Unicredit, Fondazione Cinema per Roma, Eurimages; anche per questa edizione, MIA si avvale del contributo del Comitato Editoriale – un tavolo di ragionamento, aperto a tutte le associazioni di categoria Associazioni Audiovisive Italiane – 100autori, AGICI, ANICA, APA, Cartoon it, CNA, Italian Film Commission, Doc/it, LARA, UNEFA.

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Tv e relazioni sociali i pilatri del lockdown. Istat: televisione seguita dal 92% dei cittadini “indispensabile canale di aggiornamento”

Tv e relazioni sociali i pilatri del lockdown. Istat: televisione seguita dal 92% dei cittadini “indispensabile canale di aggiornamento”

Rassegne stampa, il Tar conferma la decisione Agcom: non sono riproducibili gli articoli a riproduzione riservata

Rassegne stampa, il Tar conferma la decisione Agcom: non sono riproducibili gli articoli a riproduzione riservata

Cinema, dal Mibact 120 milioni per il settore. Franceschini: servono nuovi investimenti

Cinema, dal Mibact 120 milioni per il settore. Franceschini: servono nuovi investimenti