Calcio in tv: la Serie A offre ancora qualche giorno a Sky, Dazn e Img prima del tribunale. Il 13 giugno possibile ripresa

La Lega Serie A dà ancora una chance a Sky, Dazn e Img per adempiere al pagamento dell’ultima rata bimestrale della stagione 2019-20, scaduta all’inizio di maggio per un totale di 225 milioni  di euro tra diritti domestici e internazionali. “La Lega Serie A ribadisce, nel rapporto con i licenziatari dei diritti audiovisivi 2018-2021, la necessità del rispetto delle scadenze di pagamento previste dai contratti per mantenere con gli stessi un rapporto costruttivo”, si legge nella nota ufficiale diffusa dalla Lega al termine dell’assemblea in videoconferenza di oggi.

Paolo Dal Pino, presidente della Lega di Serie A (Foto ANSA)

I club quindi accolgono l’invito al dialogo, arrivato ieri dall’ad di Sky Italia Maximo Ibarra, ma lo subordinano alla necessità di pagare la rata nel più breve tempo possibile. La Lega aspetterà ancora qualche giorno, poi partirà con l’ingiunzione di pagamento davanti al Tribunale di Milano. È già stato dato mandato a un ufficio legale per studiare la causa. Si tratta di una via di mezzo tra la posizione più intransigente delle società che avrebbero voluto far scattare subito la causa. E quella più diplomatica di chi invece preferiva aspettare la decisione del governo sull’eventuale ripresa della Serie A per passare alle vie legali.

Maximo Ibarra (foto uff stampa Sky)

La Lega ha fissato la possibile data della ripresa del campionato al 13 giugno, “in ossequio alle decisioni del governo e in conformità ai protocolli medici a tutela dei calciatori e di tutti gli addetti ai lavori”. È la prima volta dallo stop del campionato, fermo dal 9 marzo scorso, che i club indicano una data per la ripresa. Sedici club hanno votato per il 13 giugno, gli altri quattro club erano a favore del 20 giugno. La decisione della Lega è arrivata dopo che il ministro dello Sport, Vincenzo Spadafora, ha dato il via libera al protocollo medico della Figc, modificato dopo le indicazioni del Comitato medico scientifico del governo.

È stato inoltre nominato il nuovo rappresentante della Serie A nella Commissione medico scientifica della Figc dopo le dimissioni del dottor Rodolfo Tavana del Torino: la scelta è caduta sul dottor Gianni Nanni del Bologna.

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Mercato del Libro, nel lockdown perso l’85% delle vendite. Aie: a fine anno rischio calo del fatturato tra i 650 e i 900 milioni

Mercato del Libro, nel lockdown perso l’85% delle vendite. Aie: a fine anno rischio calo del fatturato tra i 650 e i 900 milioni

Gad Lerner trasloca al ‘Fatto’: “scelta obbligata”; “Exor ha optato per la monarchia assoluta”

Gad Lerner trasloca al ‘Fatto’: “scelta obbligata”; “Exor ha optato per la monarchia assoluta”

Radio, a marzo investimenti pubblicitari in picchiata, -41,6%. Fcp-Assoradio: primo trimestre -8,9%

Radio, a marzo investimenti pubblicitari in picchiata, -41,6%. Fcp-Assoradio: primo trimestre -8,9%