13 maggio Conte stavolta non sfonda. De Filippi stacca Angela e Sciarelli

Un’altra conferenza stampa del governo alla fine dei tg delle 20.00, parzialmente coperta dalle varie edizioni principali delle news, è entrata di forza nella griglia tv della prima serata di mercoledì 13 maggio.

L’ha trasmessa fino alle dichiarazioni di Giuseppe Conte il Tg1, che ha riscosso 6,642 milioni di spettatori ed il 25,3% e, in particolare, in ‘zona premier’, 7,546 milioni ed il 27,2%.

Con cinque minuti scarsi della conferenza nel menù, il Tg5 ha conquistato complessivamente 5,3 milioni ed il 20,2%.

Mentre non l’ha coperta il TgLa7 (ieri a 1,6 milioni e 6,2%), con Enrico Mentana che stavolta ha passato la palla a Lilli Gruber per la cronaca delle dichiarazioni di premier e ministri. ‘Otto e Mezzo’ ne ha fatto però un modico utilizzo, trasmettendone la prima parte e intervistando Roberto Gualtieri in margine.

Mediaset ha trasmesso Conte e le altre dichiarazioni con ‘Stasera Italia’ (1,672 milioni e 6% e 1,559 milioni e 5,3%), mentre Rai 2 ha offerto stralci su Tg2 (1,490 milioni e 5,3%) e Tg2 Post (1,3 milioni e 4,5%).

In sostanza, anche considerando le audience delle tematiche, il bilancio di Conte è rimasto certamente lontano dai 24 milioni di spettatori ottenuti dal premier nel precedente appuntamento, quello che Mentana aveva definito “a reti unificate”.

Con una partenza quindi ritardata in molti casi, è stata tutto sommato simile a quella di sette giorni prima la griglia generalista di prima serata. A partire dal confronto tra repliche: Maria De Filippi e Alberto Angela sulle ammiraglie. Su Rai2, invece della replica de ‘La Compagnia del Cigno’, dopo alcune prove da flop, è andato in onda un titolo cult, Sister Act; sulla terza rete non è mancata all’appello Federica Sciarelli, mentre ‘Atlantide’ stavolta è stato dedicato a Silvia Romano. Ecco come Auditel ha definito la classifica degli ascolti.

Su Canale 5 la quinta puntata in replica dell’ultima edizione di ‘Tu si que vales’, con Maria De Filippi, Gerry Scotti, Teo Mammuccari e Rudy Zerbi nella giuria e Sabrina Ferilli come membro aggiunto, nonché Belen Rodriguez, Alessio Sakara e Martin Castrogiovanni alla conduzione, ha avuto 3,666 milioni e il 19%, in crescita.

Su Rai1 la replica di ‘Stanotte al Museo Egizio’, con Alberto Angela protagonista della ricognizione torinese, ha conquistato 2,849 milioni ed 11,7%.

Su Rai3 ‘Chi l’ha visto?’, con Federica Sciarelli alla conduzione, la vicenda di Mirella Gregori e tanti altri casi di sparizioni, ha raccolto 2,271 milioni e 9,3%.

Su Rai2 il film ‘Sister Act – Una svitata in abito da suora’, con Whoopi Goldberg e Maggie Smith tra i protagonisti, ha avuto ben 2 milioni di spettatori e 7,6%.

Su Italia 1 il super classico ‘Rogue One: A Star Wars story’, con Felicity Jones, Diego Luna, Ben Mendelsohn, Donnie Yen, ha ottenuto solo 1,2 milioni di spettatori e il 5,1%.

Su Rete 4 ‘Speciale Stasera Italia’, con Barbara Palombelli alla conduzione e tra gli ospiti Giovanni Toti, Piercarlo Padoan, Augusto Minzolini, Tommaso Labate ha conseguito 1,346 milioni di spettatori e il 4,7%.

Su La7 ‘Atlantide’ con ‘Il prezzo del riscatto’ e il rapimento di Silvia Romano e tanti altri casi simili indagati da Andrea Purgatori e raccontati con Giuliana Sgrena, Padre Giulio Albanese e Rosa Calipari, ha totalizzato ben 1,147 milioni di spettatori e il 4,1%.

Tra i talk d’informazione, in access è stato chiaro il vantaggio di Lilli Gruber su Barbara Palombelli e Manuela Moreno.

Su La7 ‘Otto e mezzo’, ha riscosso 2,3 milioni e 7,9% con Roberto Gualtieri, Marco Travaglio, Massimo Giannini e Alberto Mantovani tra gli ospiti.

Su Rete 4 ‘Stasera Italia’ con buona parte della trasmissione costituita dalla conferenza stampa del governo sul decreto rilancio, ha ottenuto 1,672 milioni e 6% e 1,559 milioni e 5,3%.

Mentre ‘Tg2Post’ con stralci della conferenza stampa del governo, e tra gli ospiti Gennaro Sangiuliano, Massimo D’Amore, Virman Cusenza, Claudio Cerasa, Fabio Tamburini, ha avuto 1,3 milioni di spettatori e il 4,5%.

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Fabio Caporizzi in Conad? Gira forte la voce in Burson

Fabio Caporizzi in Conad? Gira forte la voce in Burson

Per la prima volta il Time cambia testata e diventa ‘Vote’ in occasione delle elezioni Usa 2020

Per la prima volta il Time cambia testata e diventa ‘Vote’ in occasione delle elezioni Usa 2020

Le Big tech Usa investono una valanga di dollari in attività di lobbying. Ecco quanto spendono per esercitare influenza

Le Big tech Usa investono una valanga di dollari in attività di lobbying. Ecco quanto spendono per esercitare influenza