Fase2: il premier Conte sceglie ‘Leggo’ per raccontarla in una lunga lettera

Una lunga lettera del presidente del Consiglio che racconta la Fase 2, che cosa dobbiamo aspettarci, con quanta fiducia e responsabilità siamo chiamati tutti ad agire perché “tornare alla normalità è un po’ come imparare di nuovo a camminare”. Giuseppe Conte questa lettera l’ha scritta e spedita. Destinatario ‘Leggo’, quotidiano di free press diretto da Davide Desario, che l’ha pubblicata oggi. E’ la prima volta, in Italia e all’estero, che un premier interviene sulla free pess.

In questi lunghi mesi di lockdown, ci si poteva aspettare che un giornale distribuito gratuitamente per strade, stazioni, metropolitane – improvvisamente deserte – interrompesse le uscite, come è successo a ‘Metro’.

‘Leggo’ non si è fermato. “Un giornale così vicino alla gente non può battere in ritirata nel momento della difficoltà, se tieni al rapporto con i lettori non devi lasciarli soli, ma restare un loro punto di riferimento. Noi lo abbiamo fatto, e io ho ricevuto tante risposte, tante foto di gente in fila ai supermercati con ‘Leggo’ in mano”, racconta Desario. E se le copie sono in parte diminuite (adesso però si vuole tornare a regime), non così i fan di Desario, che dal 4 marzo – ogni giorno, Pasqua e festa dei lavoratori comprese – alle 18.30 conduce una diretta Facebook con il bollettino dei dati e le novità: un appuntamento da 150-200mila visualizzazioni a volta e centinaia di commenti. Alcuni divertenti – “Buongiorno direttore, perché non si taglia i capelli come fa Conte?”, “Direttore, stasera che cosa mangia, vuole provare il riso con gli asparagi?” – e altri un po’ più inquietanti: “Mio figlio ha 38 di febbre, che cosa devo fare?”, “Mi scusi se oggi non ho seguito la sua diretta, ma ho avuto un lutto familiare”.

Qualunque sia il tono, compreso quello della community di signore che ha preso a ‘borsettate virtuali’ un paio di hater, i commenti “ti fanno capire quanto a volte tutti noi, anche giornalisti, che facciamo una vita ‘comoda’, siamo distanti dal Paese reale, quello della gente che si alza e prende la metro per andare a lavorare, e che in questo periodo di crisi è la fascia più debole, spesso non ha i soldi neanche per comprare tutti i giorni un quotidiano”, osserva Desario.

È anche per questo probabilmente che Conte ha scelto ‘Leggo’ per la sua lettera. I rapporti fra il direttore, che ha fatto vent’anni (salendone tutti i gradini) alla cronaca romana del ‘Messaggero’, seguiti da cinque alla direzione del sito del quotidiano, e il presidente del Consiglio nascono lo scorso 2 giugno ai Giardini del Quirinale, per la Festa della Repubblica. Conte promette a Desario una intervista. Ma nei mesi che seguono succede di tutto. Si arriva agli ultimi giorni, ‘Leggo’ in passato ha già intervistato a lungo politici come Salvini, Raggi o Boschi. Ma “io un’intervista la faccio incontrando una persona e in questo momento non mi sembra il caso, così abbiamo pensato alla lettera e Conte è stato molto disponibile, molto meno snob di tanti altri. Poteva mandarla a quotidiani più storici, invece ha accolto il mio invito.Perché, nonostante tanti ancora lo vedano come il giornale usa-e-getta, il nostro è un quotidiano giovane e davvero vicino alla gente”.

Davide Desario

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Italpress vara un notiziario dedicato alle nuove tecnologie. Borsellino: mondo in continua evoluzione che ha tanto da raccontare

Italpress vara un notiziario dedicato alle nuove tecnologie. Borsellino: mondo in continua evoluzione che ha tanto da raccontare

<strong> 19 ottobre </strong> Gassmann vince, Signorini rimonta, boom Report e Gruber da casa

19 ottobre Gassmann vince, Signorini rimonta, boom Report e Gruber da casa

Cdp, via libera dal Cda a offerta per 88% di Autostrade in mano ad Atlantia. Memorandum entro il 28 ottobre

Cdp, via libera dal Cda a offerta per 88% di Autostrade in mano ad Atlantia. Memorandum entro il 28 ottobre