Assolombarda: Spada sostituisce Bonomi alla presidenza fino al rinnovo delle cariche

Uscito Carlo Bonomi, eletto alla presidenza di Confindustria, in Assolombarda si è deciso di percorrere la strada della continuità, affidando la presidenza dell’Associazione al vice presidente vicario, Alessandro Spada. Un incarico a tempo fino alla prossima primavera, quando ci sarà il rinnovo della governance per il quadriennio 2021-2025.

Alessandro Spada

Spada, un lunghissimo elenco di incarichi in importanti aziende lombarde (è attualmente membro del Consiglio di Amministrazione di VRV S.r.l. – leader nel campo della progettazione e costruzione di apparecchi a pressione per l’industria chimica, petrolchimica e farmaceutica – in qualità di Vice Presidente, di IMB – Industrie Meccaniche di Bagnolo S.r.l., di FEMA Srl., di VRV Cryogenic Equipment PVT – Ltd. (India; inoltre ricopre il ruolo di Corporate Advisor del Gruppo Chart Industries, Inc. Da novembre 2018 Amministratore Delegato di SAFE INVESTMENT HOLDING Srl, holding di partecipazione in società. È anche Presidente di Confidi Systema! e Presidente di Parcam Srl; membro del Consiglio della Camera di commercio Milano Monza Brianza Lodi; membro del Consiglio di ANIMP; e membro del CdA di NB Aurora) si trova ad affrontare gli effetti drammatici che Covid-19 ha avuto e avrà sul sistema economico e industriale lombardo avendo “portato alla luce le fragilità del nostro sistema economico”, come ha dichiarato lui stesso.
“Ci troviamo di fronte all’urgenza di ripartire pensando a nuovi modelli di sviluppo e organizzativi. Il tema della sostenibilità sarà centrale nella sua accezione più ampia, non solo economica ma anche sociale, insieme a quello della tecnologia, che sta disegnando una manifattura completamente diversa da quella a cui eravamo abituati. Ci aspettano anni difficili, che dovremo affrontare con la stessa dedizione e passione civile che le imprese investirono nella ricostruzione italiana”. Il primo obiettivo secondo Spada “esercitare una fortissima azione che metta al centro dell’agenda pubblica interventi e misure di lungo respiro, volte a garantire intanto la massima tenuta di un tessuto produttivo piagato da un rallentamento senza precedenti”. E poi “lavorare per un rilancio energico del PIL capace di farci recuperare il gap di produzione e di reddito perduto rispetto al 2008 che ancora non avevamo colmato.”

 

 

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Fabio Caporizzi in Conad? Gira forte la voce in Burson

Fabio Caporizzi in Conad? Gira forte la voce in Burson

Per la prima volta il Time cambia testata e diventa ‘Vote’ in occasione delle elezioni Usa 2020

Per la prima volta il Time cambia testata e diventa ‘Vote’ in occasione delle elezioni Usa 2020

Le Big tech Usa investono una valanga di dollari in attività di lobbying. Ecco quanto spendono per esercitare influenza

Le Big tech Usa investono una valanga di dollari in attività di lobbying. Ecco quanto spendono per esercitare influenza