Licenziamenti, paghe congelate e stipendi tagliati per i manager. La crisi da Covid presenta il conto a The Atlantic

Licenziamento per 68 dipendenti (il 17% della forza lavoro totale) delle divisioni eventi, editoriali (con la chiusura della divisione video) e commerciale, ma anche stipendi congelati per chi resta e tagli ai compensi dei manager. E’ il conto che il Covid ha presentato a The Atlantic.A comunicarlo allo staff David Bradley, presidente di Atlantic Media, editrice della storica rivista americana di cui è azionista di maggioranza Laurene Powell, vedova di Steve Jobs.
“So che la pandemia colpisce in modo indiscriminato, tra settori e aree geografiche, ma come è già stato per decenni, il mondo dei media è stato colpito in modo specialmente duro”, ha scritto Bradley. E in effetti, nel corso delle settimane ha continuato ad allungarsi l’elenco delle redazioni decimate a causa dell’epidemia. Da ultimo Vice Media.

David Bradley

Al di là dei tagli, la media company ha confermato il suo obiettivo di raggiungere 1 milione di abbonati entro dicembre 2022. Da marzo, le sottoscrizioni sono aumentate di 90mila unità, portando il totale a 450mila. Tuttavia, l’incremento non è bastato a compensare le perdite dovute alla pubblicità e agli eventi.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Fabio Caporizzi in Conad? Gira forte la voce in Burson

Fabio Caporizzi in Conad? Gira forte la voce in Burson

Per la prima volta il Time cambia testata e diventa ‘Vote’ in occasione delle elezioni Usa 2020

Per la prima volta il Time cambia testata e diventa ‘Vote’ in occasione delle elezioni Usa 2020

Le Big tech Usa investono una valanga di dollari in attività di lobbying. Ecco quanto spendono per esercitare influenza

Le Big tech Usa investono una valanga di dollari in attività di lobbying. Ecco quanto spendono per esercitare influenza