Velenose reazioni al trasloco di Lerner al ‘Fatto’ “giornale finalmente senza padroni”

Condividi

L’uscita di Gad Lerner da Repubblica e lo sbarco trionfale al Fatto un “giornale finalmente senza padroni” ha suscitato velenose reazioni di giornalisti che si sono stufati della prosopopea di Lerner e del suo raccontarsi come un eroe della libertà di informazione. Con un tweet Stefano Cappellini, giornalista di Repubblica” ieri mattina dopo l’uscita sul Fatto di Lerner “senza padroni” si chiede chi lo porterà “in barca quest’estate” essendo note le sue frequentazioni dello yacht a motore dell’ingegner Carlo De Benedetti.

Un tweet che scatena plausi e critiche, in uno scambio di grande ironia.
Questa mattina su Linkiesta una nuova bordata in cui si racconta la storia giornalistica degli ultimi anni di Lerner, passata tra La Stampa degli Agnelli e La Repubblica dei De Benedetti, i padroni di cui si è finalmente liberato. Peraltro Il Fatto non è una cooperativa, ma e’ controllato da SEIF Società Editoriale Il Fatto, una spa quotata in Borsa dall’aprile 2019, che ha tra i maggiori azionisti i giornalisti fondatori del quotidiano, e Cinzia Monteverdi presidente e ad.