Assegnati i primi finanziamenti di Google per il giornalismo locale. In Italia ne hanno beneficiato 280 editrici tra cui l’Eco di Bergamo

E’ arrivata la prima tranche di finanziamenti del fondo globale di emergenza per il giornalismo locale (Journalism Emergency Relief Fund, JERF) che  Google News Initiative ha varato  per supportare le redazioni locali in questo periodo di emergenza sanitaria e crisi economica. Oggi Google annuncia che oltre 5.300 pubblicazioni locali di piccole e medie dimensioni in tutto il mondo riceveranno finanziamenti che vanno da 5.000 a 30.000 dollari ciascuno. In sole due settimane sono arrivate oltre 12.000 domande da 103 paesi.  L’italia è il paese che ha inviato più richieste e al contempo quello che ha il più alto numero di beneficiari.

Ogni domanda è stata esaminata sulla base di una serie di criteri: pubblicazioni che operano a livello locale, servono una specifica comunità geografica e vogliono utilizzare il fondo per continuare a farlo. Più di 300 persone in Google hanno unito le forze per controllare le domande e in tutto il mondo ci sono state decine di webinar e incontri per rispondere alle domande degli editori.

In Italia beneficiano di questi primi finanziamenti 280 case editrici tra cui L’Eco di Bergamo che ha fatto uso del data journalism per aiutare le comunità locali a capire cosa stesse succedendo nell’area di Bergamo a seguito della pandemia che ha colpito duramente la città. Il finanziamento servirà per aumentare gli investimenti in modalità di produzione (video, audio, foto, dati) che possano offrire ai lettori una conoscenza più approfondita di cosa succede nel loro territorio.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Tim: voci di esclusione di Huawei dalla gara per il 5G in Italia e Brasile

Tim: voci di esclusione di Huawei dalla gara per il 5G in Italia e Brasile

Bbc: dal primo agosto anche gli over 75 pagheranno il canone. L’emittente: a rischio la qualità del servizio

Bbc: dal primo agosto anche gli over 75 pagheranno il canone. L’emittente: a rischio la qualità del servizio

«La app Immuni? Per ora è un flop», dice il commissario straordinario Domenico Arcuri

«La app Immuni? Per ora è un flop», dice il commissario straordinario Domenico Arcuri