Gazzetta Mezzogiorno: insediato il tavolo di crisi. Martella: garantire continuità delle pubblicazioni

Si è riunito oggi il tavolo di crisi per la Gazzetta del Mezzogiorno. È stato presieduto dal sottosegretario all’Editoria Andrea Martella, delegato dal presidente del Consiglio Giuseppe Conte. Vi hanno partecipato i ministri Francesco Boccia e Teresa Bellanova, il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, il segretario generale della Fnsi, Raffaele Lorusso, il direttore della Fieg, Fabrizio Carotti, le Associazioni regionali di Stampa di Puglia e Basilicata, il Cdr della Gazzetta, Confindustria di Puglia e Basilicata, Unioncamere Puglia, Cgil, Cisl, Uil e Ugl.

Dopo la decisione dell’editore Mario Ciancio Sanfilippo di lasciare il quotidiano e l’istanza di fallimento presentata dalla Procura della Repubblica di Bari (l’udienza è fissata per il prossimo 9 giugno), governo e parti sociali – prosegue la nota – hanno discusso della possibilità di individuare un percorso che consenta di salvaguardare la testata e i suoi 133 anni di storia, insieme con l’occupazione di giornalisti e poligrafici.
Il sottosegretario Martella – informa la Fnsi – “ha ribadito la volontà del governo di continuare a seguire la delicata vertenza assicurando la disponibilità ad accompagnare i processi di ristrutturazione aziendale. Per questa ragione, ha invitato tutte le parti ad attivarsi per far sì che vengano messe in campo azioni per garantire la continuità delle pubblicazioni e la messa a punto di un piano che consenta al giornale di avere una solida gestione aziendale e di tutelare le professionalità, gli organici e la qualità del quotidiano”.

Intanto, l’esecutivo del Cnog in programma l’8 giugno si riunirà a Bari (e, in parte, in Videoconferenza). “Un simbolico gesto di vicinanza anche fisica non solo alla redazione – lo ha definito il presidente Cnog Carlo Verna – ma anche alla comunità dei lettori che non può permettersi di perdere questo storico patrimonio culturale e di relazioni. In collegamento con la sede dell’Ordine pugliese, dove sarà presente anche il presidente regionale Piero Ricci, ci saranno anche i rappresentanti della consulta di tutti gli ordini territoriali. Al momento, oltre alla determinazione dei colleghi della Gazzetta, l’impegno del Governo, ribadito anche oggi dal sottosegretario all’editoria Andrea Martella, rappresenta un elemento di fiducia in una situazione da tempo difficile” conclude Verna.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Più di 100 ospiti e oltre 60 eventi (live e in streaming) per l’edizione 2020 del Festival dello sport

Più di 100 ospiti e oltre 60 eventi (live e in streaming) per l’edizione 2020 del Festival dello sport

Carlo Perrone nominato vice presidente Gedi. “Importante contributo di relazioni con istituzioni e organismi di settore”

Carlo Perrone nominato vice presidente Gedi. “Importante contributo di relazioni con istituzioni e organismi di settore”

Rete unica, gli ad di Sky, Wind e Vodafone: l’operatore sia neutrale. No a integrazione verticale, serve indipendenza

Rete unica, gli ad di Sky, Wind e Vodafone: l’operatore sia neutrale. No a integrazione verticale, serve indipendenza