Bfc Media lancia il progetto Equos e riporta in edicola Trotto&Turf

Condividi

Blue Financial Communication – tra l’altro editrice dei mensili Forbes, Bluerating, Private, Asset Class e Cosmo, oltre che delle trasmissioni televisive di Bfc e del canale di Bike – ha preso in affitto da Ippica & stampa, attraverso la controllata Equos, il ramo d’azienda relativo al trisettimanale Trotto & Turf.

La testata, l’unica in Italia nel settore dell’editoria ippica, tornerà in edicola il 2 giugno dopo un periodo di sosta forzata dovuto alla pandemia con un’edizione di 64 pagine, comprensive dell’inserto Bet dedicato al gioco responsabile. La direzione resta affidata a Marco Trentini a cui il nuovo editore ha rinnovato la fiducia assieme al suo staff che in questi anni ha lavorato con grande professionalità e competenza.
Il giornale cartaceo, come è consuetudine di Bfc Media, sarà affiancato da più siti di fornitura dati, tra cui trottoturf.it e ippica.biz, consultabili da tutti gli appassionati, forti di uno dei più vasti archivi mondiali di documentazione iconografica e statistica sulle corse dei cavalli.

Come spiega Bfc Media, l’operazione Trotto&Turf è il primo elemento del Progetto Equos, nato per creare una serie di sinergie editoriali nel mondo dell’ippica e gettare le basi per uno sviluppo e un consolidamento di questo segmento editoriale puntando, non solo sul gioco e le scommesse, ma su tutta la filiera del mondo del cavallo e degli eventi sportivi con grande attenzione a tutti gli operatori e alle istituzioni. Il Progetto Equos sta quindi a significare un importante impegno nel settore da parte di Bfc Media, che partecipa anche al bando del Ministero delle politiche agricole e forestali per la gestione del canale televisivo.

Attorno all’attività del giornale degli appassionati dei cavalli e ai siti collegati verranno realizzati un magazine, eventi negli ippodromi, tg video, progetti speciali digitali e social e sviluppata la banca dati che ha grandi potenzialità anche commerciali per l’Italia e per l’estero e che rappresenterà uno dei punti di forza di tutto il progetto editoriale in quanto può trovare l’interesse di milioni di appassionati.
L’editore Denis Masetti si pone l’obiettivo di arrivare a un fatturato annuo di 4 milioni di euro.