Il protocollo sanitario per i lavoratori, gli artisti, gli autori sul set per la ripresa in sicurezza della produzione cineaudiovisiva

Le organizzazioni dei lavoratori, degli artisti, delle imprese di produzione cineaudiovisiva, degli autori hanno sottoscritto il 27 maggio il sul testo del protocollo di sicurezza per tutte le fasi della lavorazione di un’opera, dagli uffici al set.

Il documento è la sintesi delle proposte emerse dalle diverse categorie, nel solco di quanto già indicato nel protocollo sanitario condiviso il 24 aprile scorso dal Governo e dalle Parti Sociali, Associazioni dei datori di lavoro e Organizzazioni sindacali dei lavoratori, e delle norme vigenti in materia di sicurezza sul lavoro.

Il documento prevede in dettaglio i comportamenti, le responsabilità, le procedure da adottare, gli strumenti da utilizzare per evitare la possibilità di contagio da Covid-19 nella delicata fase di ripresa della produzione, in particolare sui set.

Il fermo di tutti i set a marzo è stata una scelta di responsabilità di tutti gli operatori coinvolti e le regole condivise per la ripresa testimoniano la convinzione che si può lavorare in sicurezza sui set.

Il protocollo che pubblichiamo qui di seguito sarà ora sottoposto alle istituzioni preposte sulla base dell’attuale normativa.

Firmatari

Aderenti

ANICA – Francesco Rutelli Delegazione Troupes Commissione Sicurezza SLC-CGIL
APA – Giancarlo Leone Delegazione Attrici e Attori SAI-SLC-CGIL
APE – Marco Valerio Pugini 100autori – Stefano Sardo
CNA Cinema e Audiovisivo – Gianluca Curti AGI Spettacolo
Confartigianato Cineaudiovisivo – Corrado Azzollini Doc/it – Claudia Pampinella
SLC-CGIL – Umberto Carretti LARA – Moira Mazzantini
FISTEL-CISL – Fabio Benigni Sindacato dello Spettacolo Fistel Cisl AIS, Comitato art. 1 – Marco Iervolino
UILCOM-UIL – Giovanni Di Cola

I DOCUMENTI

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Un post della Ferragni vale 52mila euro, di Vacchi 41. Ecco quanto guadagnano i top influencer secondo ‘Instagram Rich List 2020’

Un post della Ferragni vale 52mila euro, di Vacchi 41. Ecco quanto guadagnano i top influencer secondo ‘Instagram Rich List 2020’

TOP 15 MEDIA ITALIANI SUI SOCIAL. In giugno vincono ancora SkySport e Netflix. Entra in classifica il magazine Libreriamo

TOP 15 MEDIA ITALIANI SUI SOCIAL. In giugno vincono ancora SkySport e Netflix. Entra in classifica il magazine Libreriamo

Video on demand, durante il lockdown boom dei film che superano le serie tv. Gfk: flessione per sport, bene l’animazione

Video on demand, durante il lockdown boom dei film che superano le serie tv. Gfk: flessione per sport, bene l’animazione