Francia e Germania al lavoro sul “cloud europeo” per la sovranità dei dati

Notizie e approfondimenti quotidiani sul digitale a cura di Reputation Manager, la società di riferimento in Italia per l’analisi, la gestione e la costruzione della reputazione online.

 

Zuckerberg sfida i dipendenti. Il ceo di Facebook ha deciso di mantenere i contenuti del presidente Usa Donald Trump sulla piattaforma, nonostante l’indignazione espressa da alcuni lavoratori del gruppo e dagli attivisti per i diritti civili, che hanno definito i messaggi della scorsa settimana del capo della Casa Bianca «un incitamento alla violenza» e di conseguenza «una violazione delle regole del social network». L’incontro tra ceo e lavoratori è arrivato a un giorno di distanza dallo “sciopero virtuale” indetto da centinaia di dipendenti di Facebook in segno di protesta.

Francia e Germania al lavoro sul cloud europeo per la sovranità sui dati. Gaia-X, il piano per il cloud europeo che verrà presentato oggi, punta a costruire una rete di piccoli fornitori in grado di comunicare fra loro su codici e protocolli condivisi. In questo modo gli utenti potrebbero con facilità spostare i propri dati da un fornitore all’altro, favorendo concorrenza e riduzione dei prezzi, oltre che trasparenza dei processi di gestione delle informazioni.

Facebook, un clic per cancellare il passato. Cancellare una foto, tutto quello che abbiamo pubblicato in un periodo di tempo oppure ciò che ci ricorda una persona: ora è possibile. Facebook ha annunciato Manage Activity, la nuova funzione del social che permette di gestire da un unico luogo tutto quello che compare sulla propria bacheca.

Digital tax, gli Usa minacciano dazi all’Italia. Torna il rischio dei dazi al 100% sui vini, la pasta e l’olio di oliva made in Italy. L’Ufficio del rappresentante al commercio Robert Lighthizer ha annunciato l’apertura di una nuova indagine sulle tasse ai servizi digitali adottate dai partner commerciali degli Stati Uniti, tra cui il nostro Paese, per capire se queste nuove norme sono in linea con le normative internazionali o se hanno «lo scopo di penalizzare in particolare le società tecnologiche per i loro successi commerciali».

Inwit entra nel Ftse e super Tim. Il 22 giugno Inwit entrerà a far parte del Ftse Mib, il listino principale di Borsa Italiana che comprende le azioni delle principali 40 società italiane. La decisione si deve principalmente al fatto che la “nuova” Inwit, nata dall’incorporazione di Vodafone Towers, è oggi il principale operatore infrastrutturale per le telecomunicazioni wireless in Italia: la sua capitalizzazione è di 9 miliardi di euro (contro i 7,46 di Tim).

Pedofilia online in aumento. Quasi 7 milioni e 100 mila le foto segnalate alle forze dell’ordine l’anno scorso da Meter, il doppio rispetto al 2018 (poco più di 3 milioni), appena diminuiti i video (992mila nel 2019, un milione e 238mila nel 2018), aumentate le chat scoperte (323 contro le 234 del 2018). «Una piaga enorme e sanguinante di innocenti vite, non possiamo accettare che si faccia nulla o poco per combatterla», dice ad Avvenire don Fortunato Di Noto, fondatore dell’Associazione Meter che ha appena presentato il suo “Report 2019”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Le famiglie italiane e la loro ‘nuova normalità digitale’ nel rapporto Auditel/Censis sul lockdown

Le famiglie italiane e la loro ‘nuova normalità digitale’ nel rapporto Auditel/Censis sul lockdown

Rai, per il sottosegretario Martella serve cambiare governance e sistema

Rai, per il sottosegretario Martella serve cambiare governance e sistema

Mia, boom di presenze: 8mila visite on site e online, tantissimi gli stranieri da 50 Paesi

Mia, boom di presenze: 8mila visite on site e online, tantissimi gli stranieri da 50 Paesi