Tokyo 2020: Olimpiadi “in forma semplificata”. Il comitato organizzatore: oltre 200 proposte per ridurre i costi

Condividi

La prossima edizione delle Olimpiadi non si svolgerà “in grande splendore”, cioè nella forma classica delle passate edizioni, ma sarà semplificata. Lo ha anticipato Toshiro Muto, a capo del comitato esecutivo incaricato di organizzare i Giochi Olimpici di Tokyo inizialmente programmati per l’estate 2020 e poi posticipati al 2021 a causa della pandemia di coronavirus .

Muto ha spiegato che gli organizzatori della manifestazione stanno lavorando su oltre 200 proposte per semplificare e ridurre i costi dell’evento. Parlando a una conferenza stampa, ha anche rivelato che gli organizzatori non hanno escluso di ridurre il numero di spettatori, anche se il programma della competizione è rimasto invariato per ora.

Toshiro Muto (Foto Ansa – EPA/ISSEI KATO / POOL)

Nel frattempo, Yoshiro Mori, presidente di Tokyo 2020, ha rifiutato di discutere la possibilità di annullare del tutto i Giochi. “Non è giusto discutere di speculazioni basate su uno scenario ipotetico e quindi la nostra direzione è di non considerare affatto la cancellazione”, ha aggiunto.

Ad aprile, il primo ministro giapponese Shinzo Abe aveva dichiarato che potrebbe essere “difficile” organizzare i Giochi se il paese non contiene con successo il virus.