11 giugno Che Dio ci aiuti stacca New Amsterdam. Bene Del Debbio, male Raznovich

A riposo anche ‘Piazzapulita’, faceva corsa a se stavolta Paolo Del Debbio (con ospite Matteo Renzi) sul versante dell’approfondimento giornalistico di taglio più politico, con La7 che invece dedicava la prima serata ad Alberto Sordi. Nonostante alcune novità e un solo film (la commedia ‘Din Don Una parrocchia per due’ su Italia 1) appariva comunque sempre più attenuato il confronto competitivo tra le generaliste nella serata di giovedì 11 giugno. Elena Sofia Ricci continuava a presidiare Rai1 con le repliche di ‘Che Dio Ci auti5’ e aveva di fronte gli episodi freschi di una serie Usa su Canale 5, ‘New Amsterdam’. Un docufilm col marchio di ‘Petrolio’, ‘Senza Respiro’, ricordava su Rai2 l’impegno di medici e infermieri sul fronte della pandemia, mentre su Rai3 esordiva Camila Raznovich col talk ‘Ogni Cosa è illuminata’. Ecco la classifica del prime time, in ordine di ascolti.

Su Rai1 la seconda puntata della replica di ‘Che Dio ci aiuti 5’, con Elena Sofia Ricci, Valeria Fabrizi, Francesca Chillemi nel cast, ha ottenuto 2,551 milioni di spettatori ed il 12,1% (2,671 milioni di spettatori e il 12% sette giorni prima).

Al secondo posto in graduatoria in prima serata, non troppo distanziata, si è collocata la serie ospedaliera di Canale 5. ‘New Amsterdam2’, ha raccolto 2,227 milioni di spettatori e il 10,4% di share.

Sul terzo gradino del podio si è installata di fatto la trasmissione di Paolo Del Debbio. ‘Dritto e Rovescio’, ha proposto tra gli ospiti Matteo Renzi, Alessia Morani, Fabio Massimo Castaldo, Giovanni Toti, Gianmarco Centinaio, Gianfranco Librandi, Giovanni Donzelli, Iva Zanicchi, Karima Moual, Francesco Carollo. Così confezionato, il programma ha conquistato 1,382 milioni di spettatori e l’8% (1,472 milioni di spettatori ed 8% di share il risultato della settimana precedente).

Su Italia1 ‘Din Don – Una parrocchia in due’, con Enzo Salvi e Maurizio Battista, ha avuto 1,418 milioni di spettatori e il 6,5%, ottenendo più spettatori ma meno share di Del Debbio.

Su Rai2 il docufilm ‘Senza Respiro’, prodotto dalla direzione Rai Documentari con la partecipazione della redazione di Petrolio Documentari e diretto da Sasha Joelle Achilli, ha avuto 1 milione di spettatori con il 4,3%.

Su La7 ‘Atlantide -100 Auguri Alberto’, con il docu-film di Fabrizio Corallo del 2020, ‘Siamo tutti Alberto Sordi’, che analizzava i personaggi portati in scena dall’artista, ha riscosso 990mila spettatori ed il 4,3%. Per l’intero contenitore (subito dopo il documentario è andato in onda ‘Il Medico della Mutua’) 686mila spettatori spettatori e 4,1% di share.

Su Rai3 il talk ‘Ogni cosa è illuminata’ con Camila Raznovich alla conduzione e tra gli ospiti, Stefano Boeri, Brunello Cucinelli. Stefano Fresi ha ottenuto 701mila spettatori e il 3,1% di share. In access è andata bene Lilli Gruber, prevalsa, nell’ordine, su Veronica Gentili e Manuela Moreno.

Su La7 ‘Otto e mezzo’, con Mariolina Sattanino, Gianrico Carofliglio, Alessandro Sallusti e Pino Corrias, ha avuto 1,841 milioni di spettatori e 7,8%.

Su Rete4 ‘Stasera Italia’ con Federico D’Incà, Sergio Cofferati, Sebastiano Barisone, Daniele Capezzone, ha ottenuto 1,1 milioni e il 4,7%.

Su Rai2 ‘Tg2 Post’ con tra gli ospiti Laura Castelli, Massimo D’Amore, Elbano Denuccio, ha raccolto 884mila spettatori e il 3,6% di share.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

La parola Covid spopola sui media (e prende il posto di Coronavirus). Nella TOP TEN seguono terapie intensive e contagio; boom vaccino

La parola Covid spopola sui media (e prende il posto di Coronavirus). Nella TOP TEN seguono terapie intensive e contagio; boom vaccino

Editoria, Riffeser: giornali cerniera tra istituzioni e cittadini. Servono aiuti come in altri paesi e progetti per modernizzare le edicole

Editoria, Riffeser: giornali cerniera tra istituzioni e cittadini. Servono aiuti come in altri paesi e progetti per modernizzare le edicole

Allarme Snag. Nel primo semestre chiuse 1.410 edicole, drastica riduzione vendita quotidiani: 1.2 milioni di copie al giorno (erano 8  mln 15 anni fa)

Allarme Snag. Nel primo semestre chiuse 1.410 edicole, drastica riduzione vendita quotidiani: 1.2 milioni di copie al giorno (erano 8 mln 15 anni fa)