Nuovo sito e nuovo logo per ANAC-Autorità nazionale anticorruzione

Condividi

L’Autorità nazionale anticorruzione (Anac) presenta il suo nuovo portale istituzionale, insieme a un nuovo logo e una nuova immagine coordinata. Sono i primi risultati di un percorso sviluppato negli ultimi due anni, all’insegna dell’innovazione nell’ambito del contratto quadro Consip SPC (Lotto 4), in collaborazione con il digital partner Almaviva, gruppo specializzato nel settore dell’Information Technology.

 

 

L’obiettivo, riporta una nota, è in primo luogo avvicinare l’autorità alle amministrazioni, alle imprese e alla società civile, rendendo immediatamente fruibili i numerosi servizi erogati e i vari canali di comunicazione disponibili. E’ un progetto in coerenza con la logica della semplificazione e della piena digitalizzazione degli appalti auspicata di recente in una serie di proposte inviate al Governo per agevolare la ripresa economica.

Tra le principali aree di intervento c’è in particolare la realizzazione del nuovo portale istituzionale, progettato per essere più funzionale e semplice alla consultazione, così da facilitare l’accesso a coloro che quotidianamente visitano il sito (pubbliche amministrazioni, operatori economici e dell’informazione, ma anche privati cittadini). Il portale è pensato, spiega sempre un comunicato, per accogliere gli utenti mediante sezioni specifiche e indirizzare la ricerca verso le aree di interesse, con un’attenzione soprattutto all’area relativa ai provvedimenti. Una newsletter periodica informerà gli utenti in merito a tutte le iniziative promosse dall’Autorità.

Homepage mini-sito Anac

Per facilitare il passaggio dal vecchio al nuovo portale è stato realizzato un mini-sito (beta.anticorruzione.it), online da qualche giorno, che accompagnerà gli utenti fino a luglio, quando il nuovo portale diverrà pienamente operativo.

Parallelamente, è stata elaborata la nuova identità visiva dell’Anac, finora assente, per sintetizzare nella grafica i valori su cui si fonda l’attività di prevenzione della corruzione: un filo che ispira il suo colore all’’azzurro italiano’, tonalità prescelta quale colore nazionale, che rimanda dunque ad un concept istituzionale.

In questo nuovo approccio alla comunicazione si colloca anche la Giornata nazionale dedicata ai Responsabili per la prevenzione della corruzione e della trasparenza (Rpct), giunta alla sesta edizione e prevista per giovedì 18 giugno. Si tratta di un momento di ascolto e confronto con quanti quotidianamente si trovano ad applicare la legislazione anticorruzione al quale l’Autorità tiene in particolar modo.

Quest’anno, a causa dell’emergenza sanitaria, l’appuntamento assumerà una particolare veste: sarà infatti
il primo evento interamente digitale organizzato dall’Anac, aperto agli operatori del settore e
completamente in streaming. La giornata si articolerà in alcuni interventi tematici presieduti dal presidente e dai consiglieri dell’Autorità.

Gli utenti, grazie a una sezione dedicata, potranno formulare domande e considerazioni alle quali i relatori
risponderanno al termine di ogni intervento. I lavori della Giornata saranno consultabili anche dopo l’evento, mediante una sezione apposita nel nuovo portale in cui sarà possibile accedere ai documenti relativi ad ogni relazione e a brevi video dei principali argomenti trattati.