Rai, Borioni: manca chiarezza sulle scelte strategiche, ecco spiegato il mio no alle nomine; azienda gestita da un blocco di potere

Quello che continuo a chiedere da mesi, quasi da due anni, è un po’ di chiarezza rispetto alle scelte
strategiche che vengono fatte in Rai. Per questo oggi ho votato contro le nomine. Non è possibile che (tanto più in un frangente delicato come questo) si facciano scelte dettate da ragioni che sembrano avere
pochissimo a che fare con l’opportunità e le competenze specifiche”.
La consigliera Rai Rita Boroni spiega così , secondo quanto riporta AdnKronos ,la ragione per la quale si è espressa contro le nomine di Fabrizio Ferragni e Luca Mazzà  rispettivamente alla direzione del nuovo canale in inglese e alla  direzione del canale istituzionale.

Rita Borioni (Foto ANSA)

“Ma c’è dell’altro: perché nella fretta di attribuire incarichi – fa sapere -non è stato presentato un business plan, un progetto, non ci èstato spiegato quali siano i target di pubblico che quei due nuovi e strategici canali intendano conquistare. Il che, è evidente, è tanto più incredibile per il canale in inglese – fa notare la consigliera – che si colloca su un mercato internazionale assai affollato da realtà consolidate. E intanto ci sono professionisti, giornalisti e non solo,che attendono un vero incarico, che chiedono da mesi, quando non da anni, di poter lavorare, svolgere la loro professione. Ma questa è un’azienda che procede, per queste come per altre questioni, a due velocità. Da svariati mesi la Rai – denuncia la Borioni – è gestita da
un blocco di potere che accelera o rallenta interi settori a seconda delle supposte o reali prossimità politico culturali. E chi ne fa le spese sono i lavoratori, il pubblico, la qualità dell’offerta, la salute stessa della Rai”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Facebook: Alex Schultz nominato chief marketing officer

Facebook: Alex Schultz nominato chief marketing officer

Foa (Rai): Il Giro d’Italia è un momento di gioia e di unione nazionale; da connubio con Gazzetta un’emozione particolare

Foa (Rai): Il Giro d’Italia è un momento di gioia e di unione nazionale; da connubio con Gazzetta un’emozione particolare

Facebook, gli utenti potranno scambiarsi messaggi da Instagram a Messenger (e viceversa)

Facebook, gli utenti potranno scambiarsi messaggi da Instagram a Messenger (e viceversa)